cerca

IL FUTURO DEL CENTRODESTRA

A Firenze selfie con Giorgia Meloni, Matteo Salvini e Giovanni Toti

A Firenze selfie con Giorgia Meloni, Matteo Salvini e Giovanni Toti

Sembra passato un secolo, invece è solo un anno. Lo scorso anno, l'8 novembre 2015, la Lega organizzava una manifestazione a Bologna. Per molti era l'inizio della nuova era del centrodestra. Su quel palco, immortalati in una foto "storica", Silvio Berlusconi, Giorgia Meloni e Matteo Salvini. Un passaggio di consegne tra l'ex premier e i giovani arrembanti? Neanche per sogno. E per capirlo basta guardare il presente. Oggi, 12 novembre, la Lega ha scavalcato l'Appennino e ha organizzato un'altra manifestazione. Stavolta a Firenze. Ma Berlusconi non c'è più. E al suo posto, nella foto di rito, ecco spuntare il governatore della Liguria, Giovanni Toti. È questo il nuovo centrodestra?   

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Commenti

  • Antonio

    Storace

    04:04, 16 Novembre 2016

    Gli illusi.

    Nella foto manca Berlusconi? Sta pensando di archiviarli tutti e tre. Una in particolare. Forza Silvio.

    Rispondi

    Report

  • mauro

    mattetti

    08:08, 13 Novembre 2016

    LA GIOVENTU' CHE AVANZA.

    E' inutile girarci intorno. E' giusto così. Ogni era, ha i suoi rappresentanti, che vogliano, sappiano e possano costruire qualcosa di nuovo e di migliore. Oggi, nell'A.D. 2016, ci sono Loro: Meloni, Salvini e Toti. E visto che degli altri colori, nemmeno ci facciamo conto per le idee assolutamente non condivise, parliamo di quelli, che invece, in seno al centrodestra, vorrebbero ....sparare le ultime cartucce che rimangono loro. Sono, politicamente, ormai, incomprensibili, inservibili ed anche un tantinello presuntuosi. La pensione assicurata, l'hanno, vadano quindi a riposare dove vorranno. Poi, pero' occorre distinguere, tra i giovani e capaci, quelli che cercano un posto di lavoro in seno alla politica, senza averne diritto mentale e capacita' gestionale. Per intenderci, il signor Parisi, che si distingue da QUELLI, prendendone le distanze, non fa' certo al caso della politica cercata da noi POPOLO SOVRANO, del centrodestra, così come i 17 dissidenti a Padova, che vogliono "comandare" dentro la stessa coalizione familiare, diretta dal Sindaco leghista Bitonci, abusando con la possibilita' di BUTTARE GIU', tutto l'ambaradam. Questi, appunto, non meritano i nostri voti e facciano pure un partito per conto loro, tanto il Paese e' stato sempre talmente masochista, da tirarsi dietro tutti i pesi ossessivi ed inutili che i tanti partiti rappresentano, fin dal 1946, quindi, uno in piu' o uno in meno....La Nazione di questi pensionati politici opportunisti ne ha fin troppi....

    Rispondi

    Report

  • mario

    rossi

    06:06, 13 Novembre 2016

    Perche`il centrodestra e`cosi`diviso?

    Sono gli effetti degli innumerevoli errori di Berlusconi che ha dissipato tutti i voti di FI e PDL per la sua assurda e ingombrante presenza.....e altro dai tribunali. Le ultime due stupidaggini, che sono costate care (e costeranno care) in quanto alla divisione del centrodestra, sono state la testardaggine di indicare prima Bertolaso e poi Marchini al comune di Roma. E sappiamo come e`andata. Ora, dando l'incarico di costruire il centrodestra a quell'insignificante fotocopia di Parisi. Sappiamo come andra`a finire: Berlusconi sta consegnando ancora l'Italia ai sinistrati e ai grullini M5S. Vattene in pensione, hai 80 anni, quanto vuoi campare ancora e quanto vuoi ancora rovinare l'Italia?

    Rispondi

    Report

Mostra più commenti