cerca

CAMPIDOGLIO

Virginia Raggi sblocca il salario accessorio per i dipendenti comunali

Roma Virginia Raggi sblocca il salario accessorio per i dipendenti comunali

Una buona notizia per i dipendenti comunali della Capitale. Con un video su Facebook la sindaca Virginia Raggi ha infatti annunciato lo sblocco del salario accessorio. "Sono qui oggi per dare un annuncio importante - ha detto la sindaca -: questa amministrazione ha finalmente sbloccato l’annosa vicenda del salario accessorio che riguarda oltre 23mila dipendenti capitolini. Oggi in giunta siamo pronti finalmente ad andare in delibera e disporremo il pagamento a partire dal mese di novembre. Siamo tra i primi in Italia ad aver affrontato questo problema e ad averlo risolto senza mettere le mani nelle tasche dei dipendenti. E anzi restituiremo loro i compensi legittimamente maturati. Nella prossima busta paga, a fine novembre, i dipendenti del Campidoglio riceveranno infatti la ormai famigerata "quota B" del salario accessorio relativa all’anno 2015. L’erogazione continuerà a essere garantita da Roma Capitale anche per il futuro. Inoltre apriremo nuovamente un tavolo di contrattazione con i sindacati per superare l’atto unilaterale e ricominciare una stagione di contrattazione collettiva che riconosca a pieno i diritti dei lavoratori".

Ovviamente soddisfatte le organizzazioni sindacali. "La Giunta capitolina - commenta l'Unione sindacale di base (Usb) di Roma - compie finalmente un atto discontinuità e, senza aspettare l'ennesimo parere, delibera la ripartizione del fondo 2015 relativa al pagamento della "Quota B" di salario accessorio, il saldo della Produttività previsto dall'Atto Unilaterale della Giunta Marino".

"Battaglia vinta - esulta il segretario generale della Cisl FP, Roberto Cicerchia - quella sul salario accessorio da parte del sindacato. Si tratta di una bellissima giornata per i 23 mila dipendenti capitolini che vedono riconosciuto con il pagamento della quota di novembre il lavoro svolto deciso da un contratto unilaterale che di fatto non garantisce appieno servizi di qualità. E per questo motivo che la Sindaca non può che passare, nel più breve tempo possibile, attraverso un nuovo contratto decentrato condiviso con le parti sociali che possa garantire servizi e salario. Alla sindaca il merito e il ringraziamento per aver chiuso una vicenda delicata che rischiava di impoverire ulteriormente i dipendenti capitolini".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni