cerca

CARCERI COLABRODO

Detenuti evasi da Rebibbia, trasferiti 7 agenti della Polizia penitenziaria

Roma Evasi da Rebibbia, puniti 7 agenti della Polizia penitenziaria

La denuncia arriva dal segretario generale aggiunto della Cisl Fns, Massimo Costantino. Sette agenti di polizia penitenziaria in servizio nel carcere di Rebibbia, sono stati trasferiti a Regina Coeli dopo l'evasione di tre detenuti, lo scorso 27 ottobre.

Il trasferimento è l'esito delle polemiche sulla sicurezza del carcere romano. Infatti, prima di quella dell'ergastolano Basho Tesi, di Mikel Hasanbelli e di Ilir Pere, c'erano già state altre due evasioni nell'ultimo anno e mezzo (l'ultima solo pochi mesi fa). E mentre prosegue la caccia dei tre detenuti considerati dagli inquirenti molto pericolosi, Costantino attacca: "È facile spostare gli agenti ma difficile è mettere in sicurezza gli istituti penitenziari compreso quello di Rebibbia. Ad oggi una sola domanda ci poniamo ma come sono evasi i detenuti? Tagliando le grate. Ma il dipartimento amministrazione penitenziaria quanto ha stanziato per rafforzare e/o sostituire le stesse? 6000 euro o qualcosa di più che sono esigui per i vari interventi dopo l'evasione del febbraio scorso. Opportuno era sostituire le grate con altre in acciaio! Ma ciò costa troppo e quindi non si fa nulla. Si dimentica facilmente che un solo agente deve vigilare su 150 e più detenuti. Manca personale , mancano fondi e a farne le spese è il personale che in difficoltà garantisce quotidianamente quanto disposto dalla Costituzione".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni