cerca

LA GOGNA DEL WEB

Facebook nella bufera, Zuckerberg indagato a Monaco: "Non ha rimosso contenuti anti-semiti"

Facebook nella bufera, Mark Zuckerberg indagato a Monaco:Non ha rimosso contenuti anti-semiti

Facebook nella bufera. In Italia i giudici di Napoli hanno riconosciuto, purtroppo troppo tardi, le ragioni di Tiziana Cantone, la ragazza di 31 anni morta suicida dopo che i suoi video hot erano stati postati in rete (e non erano stati rimossi dal social network). A Monaco, invece, è direttamente Marl Zuckerberg a finire sul banco degli imputati. Il settimanale Der Spiegel rivela infatti che il fondatore di Facebook è indagato dalla procura delle città tedesca, insieme ad altri manager della società, per incitamento delle masse per non avere rimosso post con minacce di morte e negazione dell'Olocausto.

L'indagine, spiega Der Spiegel, è partita a seguito di una denuncia presentata dall'avvocato Chan-jo Jun di Wuerzburg, in cui si segnalava che anche dopo ripetute segnalazioni Facebook non aveva rimosso contenuti illegali. Il giornale ricorda anche che all'inizio dell'anno una denuncia a carico di Zuckerberg e Sandberg, oltre che di altri vertici di Facebook, era stata presentata alla procura di Amburgo, ma non aveva avuto seguito perché era risultata una mancata competenza territoriale.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni