cerca

GUERRE STELLARI

Virginia Raggi denuncia il "complotto dei frigoriferi"

Roma Virginia Raggi denuncia il complotto dei frigoriferi

Altro che poteri forti, il vero nemico di Virginia Raggi sono i "frigoriferi". O meglio "il complotto dei frigoriferi". La sindaca affida la sua denuncia a Mario Calabresi e ad una lunga intervista a Repubblica. "Devo dire - attacca - che non ho mai visto tanti rifiuti pesanti, divani, frigoriferi abbandonati per strada. Non so se vengono fatti dei traslochi, se tanta gente sta rinnovando casa, ma è strano...".

"Ma sta dicendo che lo fanno apposta?" domanda il direttore del quotidiano. "No, eh no. È un po' strano - ribadisce Raggi -, ci sono frigoriferi che invece di essere portati all'isola ecologica vengono buttati vicino ai cassonetti e non è mica un lavoro semplice portarli lì, non so neanche come facciano. Però il frigorifero è già tutto sfondato e graffitato. Mi sembra strano". "E chi pensa che li metta?" incalza Calabresi. "E questo io non lo so - ammette la sindaca -. Le isole ecologiche ci sono e ora finalmente funzionano ma adesso abbiamo bisogno della collaborazione dei cittadini, si vedono ancora cassonetti vuoti e troppi rifiuti appoggiati fuori".

Immediata l'ironia del deputato Pd, Ernesto Carbone. 

Anche a tutto c'è una spiegazione. Come spiega l'Huffington Post il servizio di ritiro dei rifiuti pesanti è sospeso dallo scorso 18 giugno, e il bando per il rinnovo è ancora bloccato. Non preoccupatevi, il sindaco di Roma non è tenuto a saperlo.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Commenti

  • Giulio

    Corsini

    18:06, 25 Ottobre 2016

    !!!!GOMBLOTTO..GOMBLOTTO....OOOOOO

    Tutti gomblottano contro la sindachessa. Smettetela lasciatela lavorare. A proposito quando non dice menate a gogò che fa la sindachessa?

    Rispondi

    Report

.tv

Diletta Leotta come non l'avete mai vista 

Tutti in delirio per l'arrivo di Silvio Berlusconi alla convention di Fiuggi
Degrado capitale, la stazione Termini è un  vespasiano a cielo aperto
La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"