cerca

IL TERRORE TRA NOI

Italiani rapiti e uccisi in Libia Manager della Bonatti indagato per omicidio colposo

Italiani rapiti e uccisi in Libia Manager della Bonatti indagato per omicidio colposo

Da sinistra Salvatore Failla e Fausto Piano

È un'accusa pesante quella rivolta a Dennis Morson, responsabile della logistica in Libia per conto della società Bonatti. Un'accusa che getta un'ombra sulla morte di Salvatore Failla e Fausto Piano, i due tecnici dell'azienda sequestrati insieme con Filippo Calcagno e Gino Pollicardo nel luglio 2015 e uccisi  3 marzo scorso durante una sparatoria tra i rapitori e le forze di polizia libiche. 

Secondo la procura di Roma, che lo ha iscritto nel registro degli indagati, Morson è accusato di omicidio colposo e violazione della norma che tutela le condizioni di lavoro.  

Secondo i magistrati il manager avrebbe omesso di adottare le misure necessarie per tutelare l'incolumità fisica dei due tecnici (e dei loro colleghi sopravvissuti) durante il trasferimento in Libia. Stamattina i carabinieri dei Ros hanno perquisito gli uffici della Bonatti a Parma per acquisire documentazione utili all'inchiesta. 

 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni