cerca

PIAZZALE CLODIO

In Tribunale l'autunno nero delle proteste

In Tribunale l'autunno nero delle proteste

Assemblee, sit in e proteste. Gli operatori della giustizia manifestano per contrastare "la paradossale situazione - si legge nel comunicato stampa - che si è venuta a creare all'interno degli uffici giudiziari a seguito dell'ingresso di unità di personale proveniente da altre amministrazioni e completamente privo di titoli e competenze specifiche". Tra i corridoi del tribunale penale di piazzale Clodio, erano circa un centinaio i lavoratori che, armati di megafono e volantini, hanno sottolineato le difficoltà che quotidianamente vivono sulla loro pelle. "Per far fronte alla grave carenza di organico - continua il comunicato - il ministro della Giustizia ha reclutato, grazie alla procedura di mobilità, ma senza richiedere alcun requisito specifico, personale proveniente da altre amministrazioni". Dalla Croce Rossa fino agli ex lavoratori della Provincia: i cancellieri del tribunale, ad esempio, adesso avranno la stessa qualifica di chi, fino a qualche giorno fa, lavorava come barelliere. "Ciò sta ostacolando in modo sostanziale - affermano i manifestanti - non solo l'avanzamento di carriera del personale giudiziario, ma soprattutto i servizi della giustizia". A
differenza degli altri dipendenti pubblici infatti, gli operatori della giustizia italiana non hanno beneficiato di alcuna progressione della carriera. Insomma, anche nei tribunali italiani, si prevede un autunno particolarmente caldo.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni