cerca

Le emissioni industriali provocano un danno

A farne le spese soprattutto i bambini

Le emissioni industriali provocano un danno

emissioni

È stato presentato oggi a Bari lo studio sullo stato di salute delle persone residenti nei comuni di Taranto, Massafra e Statte, realizzato nell’ambito delle attività del Centro Salute ed Ambiente della Regione Puglia, in collaborazione con il Dipartimento di Epidemiologia del Servizio Sanitario Regionale del Lazio, della ASL di Taranto, di ARPA Pugliae di AReS Puglia. Inequivocabile l’associazione tra l’inquinamento prodotto dalle emissioni industriali di Ilva e la mortalità, i ricoveri e l’incidenza dei tumori: nel dossier viene dettagliato meglio quanto era già noto dal 2011 con lo studio Sentieri.

 


BAMBINI - Sono i bambini oggi a farne le spese maggiori: sui molti media che danno la notizia si ribadisce che trai bambini di età compresa tra 0-14 anni residenti a Taranto, si sono osservati eccessi di ricovero importanti per le patologie respiratorie; in particolare tra i bambini residenti nel quartiere Tamburi si osserva un eccesso di ricoveri pari al 24%; una percentuale che sale al 26% tra i bambini residenti al quartiere Paolo VI.

 

 

ISTITUZIONI? - Cosimo Nume - Presidente Omceo di Taranto di recente era intervenuto sulla questione ricordando l’importanza del ruolo istituzionale nel rilevare una piaga che oggi si conclude con una drammatica evidenza scientifica. "Noi questa battaglia la conduciamo da anni e siamo pronti a continuarla - ha affermato Nume. Per noi medici tarantini questi dati non sono una novità: da sempre c'è un confronto e un impegno per i nostri pazienti che per noi non sono mai dei numeri, ma delle persone con le proprie storie di sofferenza e speranza".
 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni