cerca

LE SCELTE DEI PARTITI

«Io, vincitore uscente, punto alle primarie Soltanto così riportiamo la gente a destra»

Parla Nicola Ottaviani, primo cittadino di Frosinone, a caccia del secondo mandato nel 2017

«Io, vincitore uscente, punto alle primarie Soltanto così riportiamo la gente a destra»

OTTAVIANI

«Il centrodestra non abbia paura delle primarie. Se comprimiamo la partecipazione, i populisti l’avranno vinta». Nicola Ottaviani è sindaco di Frosinone dal 2012. Qualche mese prima aveva ottenuto la candidatura trionfando proprio alle primarie, un inedito per l’allora Popolo delle Libertà. Oggi, a distanza di cinque anni, ha sorpreso tutti decidendo di sottoporsi allo stesso rito nonostante sia il sindaco uscente, il candidato naturale.

 

 

Sindaco Nicola Ottaviani, perché da uscente chiede una nuova investitura?

«Se non facciamo altro che parlare di meritocrazia e di cancellare le rendite di posizione, anche un sindaco uscente deve avere il coraggio di confrontarsi con l’elettorato».

 

 

Sa bene che le primarie non sono proprio nel dna del centrodestra.

«Non lo sono perché, assurdamente, si ritiene che dato che le ha fatte prima il Pd non vadano imitate. È un ragionamento di poco respiro. Se c’è qualcosa di buono io lo utilizzo anche se non ne ho il copyright. Inoltre, mi permetto di segnalare che le primarie non le ha inventate il Pd di Renzi. Le prime si tennero negli Stati Uniti, in Pennsylvania precisamente, il 9 settembre 1847. Quindi...».

 

 

Per Berlusconi le primarie del Pd hanno dato alle città i peggiori sindaci della storia.

 

 

VUOI CONTINUARE A LEGGERE? CLICCA QUI

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni