cerca

Rissa

Anzio, il pranzo della domenica finisce in rissa. Prima gli insulti, poi le botte: tre arresti

Anzio, il pranzo della domenica finisce in rissa. Prima gli insulti, poi le botte: tre arresti

La segnalazione di una violenta rissa in atto in un ristorante di Anzio è giunta al numero unico del soccorso pubblico
nel pomeriggio di ieri. La sala operativa ha subito inviato sul posto due pattuglie del Commissariato di Anzio,
diretto da Antongiulio Cassandra, che appena giunte hanno trovato due persone, marito e moglie, ferite,
coinvolte loro malgrado nell'episodio. L'uomo ha riferito, infatti, che mentre erano tranquillamente seduti ad uno dei tavoli del ristorante hanno assistito ad una lite tra due giovani, anche loro avventori del locale ed un venditore ambulante di capi d'abbigliamento.

Dalle parole si era sempre più trasceso, fin quando uno dei due amici aveva scagliato una bottiglia di vetro verso l'ambulante, che era però riuscito a schivarla e che era finita sulla fronte della donna, provocandole una vistosa ferita.  Il marito, risentito, aveva affrontato i due, ricevendo a sua volta un pugno sul naso. I poliziotti, appresa la vicenda, si sono subito messi alla ricerca dei 3 giovani, rintracciando dapprima i due amici, B.A. di 23 anni e M.F., di 27, entrambi italiani e poco dopo anche l'ambulante, identificato per I.P., nigeriano di 26 anni.

La lite, dalle prime indagini svolte, sembrerebbe essere scaturita a causa del comportamento e dell'insistenza
dell'ambulante nel proporre i suoi articoli. I tre sono stati condotti in ufficio e, al termine degli accertamenti,
arrestati per rispondere di rissa aggravata. I due feriti, medicati presso il pronto soccorso, sono stati giudicati
guaribili in pochi giorni.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500