a oltranza

Roma, gli infermieri protestano in piazza: "Il nostro contratto è penoso"

Mary Tagliazucchi

This browser does not support the video element.

Il sindacalista del Nursind: "Lotteremo fino alla fine"

I sindacati Nursind, Nursing-up, dopo 9 anni di fermo contrattuale e stanchi di vane promesse e mancate pianificazioni, sono scesi oggi a manifestare in piazza Santi Apostoli. Un’intera giornata di sciopero che porterà al blocco di ospedali e sale operatorie. Negli ultimi 10 anni, infatti, il sistema sanitario regionale, ha perso 9035 operatori tra medici, tecnici e infermieri. Solo quest’ultimi rispetto al 2015, risultano 1893 in meno. Nel Lazio si sta assistendo ad una vera e propria “emorragia” di infermieri che, nonostante l’importanza del loro ruolo, si ritrovano sempre più spesso fra turni massacranti, stipendi sottopagati, aggressioni quotidiane e precarietà contrattuale. Per non parlare di coloro che da tempo vivono la condizione di “esiliati”, costretti a lavorare fuori dalla regione Lazio a causa del piano di rientro e del blocco del turn over. 

This page might use cookies if your analytics vendor requires them.