LA CONTESTAZIONE

Il ritorno di Tarzan in Campidoglio

Fernando Magliaro

This browser does not support the video element.

Al secondo Consiglio comunale straordinario sui tre convocati per oggi, la seduta si blocca. E partono le contestazioni. Le prime due ore della seduta sono state dedicate ai limiti di velocità su Colombo, Salaria e Aurelia, dopo di che si doveva passare a parlare dell’emergenza casa. Solo che l’assessore al Patrimonio e Politiche abitative, Rosalba Castiglione, marca visita. E scatta la protesta: una delegazione dei vari movimenti di lotta per la casa, entrata in Aula Giulio Cesare per assistere alla seduta, alla notizia del forfait della Castiglione con rinvio alla prossima seduta già chiamato dal presidente dell’Assemblea, Marcello De Vito, scavalca i divisori e dà il via alla contestazione (anche calpestando il mosaico romano del I secolo dopo Cristo). “Buffoni, buffoni”, urlano i dieci, guidati da una vecchia conoscenza del Consiglio, quell’Andrea Alzetta, detto Tarzan, eletto in Campidoglio nel periodo Alemanno. Dieci minuti di contestazione e l’assessore Castiglione si materializza. La seduta riprende con una quarantina di minuti di ritardo sulla tabella di marcia prevista.   

This page might use cookies if your analytics vendor requires them.