cerca

AI LETTORI

Arriva la nuova app de Il Tempo Ora i giornalisti siete anche voi

Arriva la nuova app de Il Tempo Ora i giornalisti siete anche voi

Il Tempo diventa ancora più interattivo e vicino ai suoi lettori. È infatti disponibile, da scaricare gratuitamente sul proprio smartphone, la nuova app Il Tempo RSS. In un clic potrete avere in tempo reale tutti gli aggiornamenti presenti sul nostro sito www.iltempo.it. Ma la vera novità è un'altra: la funzione Youreport (foto a sinistra). Basta registrarsi (o accedere attraverso il proprio profilo Facebook o Google +) per diventare cronisti on the road. Ognuno potrà infatti postare foto, video e testi che verranno inviati direttamente alla redazione. Da oggi insomma sarete voi, con la vostra curiosità e il vostro sguardo attento sulla realtà, ad arricchire i contenuti nel nostro sito. 

Scarica su Google Play Store per Android

Scarica su Itunes Store per Apple

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Commenti

  • mauro

    mattetti

    15:03, 02 Dicembre 2016

    DISSODARE I TERRENI SAREBBE PIU' PRODUTTIVO.....

    Non capisco, come sia possibile, che il Tempo, abbia tirato fuori, questo marchingegno. Forse per avere notizie e fotografie, senza pagare il becco di un centesimo? Oppure, dare la possibilita' a chi, magari,. pur sapendo scribacchiare, vorrebbe mettersi in luce agli occhi di chi.......legge? Non riesco a comprenderne il valore. Fare un po' di agraria, zappare, costruire una capanna, far vivere chi sta male, ecc.ecc., sono alcuni, dei possibili strumenti, per rendersi utili e produrre qualcosa per gli altri, ma scrivere uno pseudo-articolo per soddisfare....nessuno, proprio non lo vedo affatto, come costruttivo. Sentite a me, ripensateci!

    Rispondi

    Report

    • 10:10, 04 Dicembre 2016

      Gentile Mauro

      questo strumento è stato pensato per favorire l'interazione tra noi e i lettori. È un modo per provare a migliorarci attraverso i vostri suggerimenti (un po' come accade quando riceviamo commenti ai pezzi che pubblichiamo). Nessuno è obbligato a inviare notizie o fotografie, ma è chiaro che se qualche lettore ci segnala cose che succedono a Roma, in Italia o nel mondo questo per noi è un aiuto prezioso (purtroppo non siamo onniscenti). I contenuti, prima di esser pubblicati, verranno comunque vagliati dalla redazione. Quindi non abdichiamo al nostro lavoro di giornalisti. Grazie comunque per il suo commento, anche questo aiuta a migliorarsi

      Rispondi

      Report

Opinioni