cerca

Gears of War Judgment, il prequel della saga per Xbox 360

Il gameplay tutto nuovo e le modalità online fanno di questo titolo una vera e propria chicca.

Gears of War Judgment, il prequel della saga per Xbox 360

Gears of War Judgment

Gears of War Judgment è l’ultimo capitolo della pluripremiata serie diventata uno dei simboli di questa generazione di videogiochi vendendo ben 19 milioni di copie in tutto il mondo. Sviluppato in esclusiva per Xbox360, Gears of War Judgment porta gli appassionati della serie nel capitolo più avvincente e appassionante di sempre, con modalità multiplayer tutte nuove e un’epica campagna ambientata nel periodo immediatamente successivo all'"Emergency Day", l’evento che definisce l’universo di Gears of War. In Judgment il giocatore vivrà i panni degli esperti combattenti della Squadra Kilo, guidata da Damon Baird e Augustus "The Cole Train" Cole e completata da due personaggi inediti per la serie: Sofia Hendrick e Garron Paduk. I protagonisti dovranno impegnarsi per salvare la città di Halvo Bay dall’assedio di un nemico nuovo e terrificante. Sviluppato utilizzando la più recente versione dell’Unreal Engine 3, questo è senza ombra di dubbio il capitolo dal più forte impatto visivo mai visto nella serie e offre un’esperienza di gioco avvincente e frenetica, che cattura la vera essenza della saga e aggiunge azione e dinamismo a quanto già visto nei titoli precedenti.

Ma veniamo alle novità introdotte nella modalità campagna del gioco. Dopo le loro sconsiderate azioni nel corso degli eventi che stanno portando alla distruzione di Halvo Bay, tutti i componenti della squadra Kilo sono accusati di tradimento e rischiano di essere fucilati dal colonnello Loomis che presiede il processo in tribunale mentre la stessa Halvo Bay viene messa a ferro e fuoco dalle locuste. Inizia così un racconto basato sulle testimonianze dei singoli soldati che cercano di difendersi dalle accuse e chiarire come stanno veramente le cose. La scelta di far rivivere tramite flashback l'azione di gioco permette di esplorare a fondo il pensiero e il carattere di ogni singolo personaggio della Squadra Kilo, fornendo quindi punti di vista differenti e preziosissimi per comprendere ciò che è accaduto nel corso delle varie missioni. A tal proposito, risulta diverso anche l’intera struttura della campagna: non più capitoli formati da atti lunghi e unici, bensì da numerose sezioni (giocabili in cooperativa fino a 4 players contemporaneamente) della durata di circa 20-25 minuti a seconda della difficoltà selezionata (sempre da Facile a Folle) e dall’attivazione o meno delle missioni di “Declassificazione” (particolari richieste del gioco per aumentare la tensione, la difficoltà o restituire particolari effetti scenografici che fanno guadagnare punti stella utili per sbloccare contenuti ed obiettivi). Oltre alla storia che vede protagonista la Squadra Kilo, Gears of War Judgment integra anche parte della storyline di Gears of War 3 con la mini-campagna denominata “Ripercussioni”, della durata di poco più di un paio di ore e che mostra le operazioni portate avanti da Baird, Cole e Carmine mentre Marcus, Dom, Anya e gli altri si dirigono verso Mercy dopo la battaglia di Anvil Gate. Questo capitolo mantiene la struttura narrativa classica con molti dialoghi inframezzati da battaglie più o meno intense, integrando alcuni elementi inediti di Judgment come i nemici e la mappatura dei comandi e dando vita ad un particolare mix. In questo caso non ci sono missioni Declassificate né è presente il sistema a stelle, togliendo quindi parte del divertimento alla base delle due novità ma allo stesso tempo regalando ancor più varietà al gioco.

Per quanto riguarda il comparto multiplayer, Gears of War Judgment introduce novità importanti e ben riuscite. Nel gioco online è stata inserita una interessante modalità "versus" chiamata Overrun dove, per la prima volta nella saga, si potrà giocare interpretando un ruolo predefinito sia per quanto riguarda gli umani sia per le temibili locuste. La scelta sarà fra medico, soldato, ingegnere e cecchino. Ognuno con caratteristiche di combattimento e di operatività differenti l'uno dall'altro. Il soldato è più incline a sterminare gli avversari, mentre l'ingegnere potrà disporre torrette difensive e riparare le vitali barriere che servono a contenere gli assalti avversari. Stesso discorso vale anche per la squadra avversaria, dal momento che all'interno del team delle locuste si potranno interpretare dei ruoli specifici, molto simili a quelli dei Cog. Nella modalità Overrun gli umani dovranno difendere un obiettivo fino allo scadere del tempo. Se non dovessero portare a termine tale compito le truppe arretreranno fino alla difesa estrema di un ultimo generatore. Sia che si vinca o che si perda poi si invertiranno le parti e quindi essenzialmente tutti potranno interpretare i ruoli di buoni e cattivi. Un'altra grande novità è la modalità "Sopravvivenza". Questa nuova tipologia di gioco, figlia della classica "Orda" dei precedenti capitoli, vedrà le quattro classi di combattenti sopracitate difendere i fantomatici tre obiettivi da dieci ondate di nemici sempre più potenti. Testato sul campo, il multiplayer di GoW funziona davvero, a patto però che all'interno del team si riesca a ottenere un sano equilibrio tra i ruoli. Altre modalità presenti sono il "deathmatch", il "deathmatch a squadre" e la modalità "dominio", molto simile alla vecchia tipologia di gioco "Annex". In queste ultime tipologie di sfida online in ogni caso non saranno più presenti le sfide fra umani e locuste, ma i combattimenti avverranno solo fra personaggi dell'esercito Cog divisi in squadra rossa e squadra blu. Tutte le modalità multiplayer potranno essere giocate anche da soli per allenarsi contro i bot generati dal computer, che a seconda della difficoltà selezionata saranno più facili da uccidere o vere e proprie macchine assassine.

Per quanto concerne il gameplay vero e proprio le novità più importanti sono rappresentate da tutta una serie di nuove armi utilizzabili in battaglia, una vasta gamma di personalizzazioni ed i comandi. Per quanto concerne l'indroduzione delle nuove armi è presente per la prima volta il Markza, un fucile semiautomatico che funge praticamente da cecchino a medio e corto raggio, mentre a fare da controparte allo sniper classico ci pensa il Breechshot, un bolt action rifle utile a distanza ravvicinata. Poi c'è il Booshka, un lanciagranate che ha la capacità di lanciare bombe a ripetizione che possono rimbalzare di parete in parete ed esplodere all'impatto con il nemico e infine la Tripwire Crossbow, ossia la versione umana dell'ormai famoso arco Torque. Ottimo anche il nuovo sistema di personalizzazione che vede una moltitudine di mimetiche per i personaggi e per le armi suddivise in sbloccabili e acquistabili. Il sistema dei comandi in quest'ultimo capitolo di GoW è stato eliminato il cambio di arma attraverso la croce direzionale. Adesso per switchare tra le due armi trasportabili basterà premere il tasto Y e per tirare le granate il tasto dorsale sinistro. Da segnalare, inoltre, l'eliminazione (solo nei match online competitivi) della possibilità di attaccare le granate alle pareti. Da sottolineare la buona intelligenza artificiale dei nemici che risultano senza ombra di dubbio più letali che nei precedenti capitoli. Dal punto di vista grafico l'Unreal Engine fa sempre una figura squisita proponendo sullo schermo un incredibile livello tecnico, una fluidità senza pari ed un'imponente cura per tutti i dettagli. Musiche e doppiaggio in italiano sono anch'esse di altissimo livello e contribuiscono notevolmente ad accrescere l'emozione di gioco. Tirando le somme Gears of War Judgment è un titolo davvero imperdibile per tutti gli amanti della serie, ma, essendo un prequel, rappresenta anche un ottimo punto d'inizio per tutti coloro che non si sono mai avvicinati alla saga.

GIUDIZIO SINTETICO:

GRAFICA: 9,5
SONORO: 9,5
GAMEPLAY: 9,5
LONGEVITA': 9,5

VOTO FINALE: 9,5

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Fra cascate e rocce lo spettacolo mai visto dei tuffi no-limits

Il tavolo per rilanciare Roma inizia tra le proteste
La straordinaria danza dei delfini al largo di Capri
Incendi, morte e paura: la California devastata dai roghi

Opinioni