venerdì 25 luglio 2014
.
Sfogliatore
ACQUISTA EDIZIONE
LEGGI L’EDIZIONE
24/02/2012 13:15

Gotham City Impostors
I cittadini diventano supereroi

Gotham City Impostors

Arriva bello e pronto sul Marketplace di Xbox Live e sul PlayStation Network e su Steam per Pc una sensazionale novità. Uno shooter in prima persona dai toni folli e tutto ambientato nell'universo di Batman. L’espediente narrativo che sottende l’esperienza, vede due gruppi di cittadini qualsiasi darsi battaglia fino alla morte travestendosi chi da Batman, chi da Joker. Un po’ come già visto nel film "Il Cavaliere Oscuro", dove un gruppo di impavidi tentavano di farsi giustizia a modo loro emulando nell’aspetto l'incredibile uomo pipistrello, in questo gioco il concetto è stato ripreso e prolungato allo schieramento dei criminali. Lo stile, nei toni e nella grafica, si allontana piuttosto nettamente da quanto visto in Arkham Asylum e Arkham City. Spicca l’ironia di fondo nelle battute dei personaggi ad ogni uccisione o morte e i colori accesi, per non dire acidi e brillanti, delle ambientazioni. Lontani dalle tematiche filosofiche e dall’effettiva presenza di Batman e Joker, Gotham City mostra tutta la sua vena ludica e comica. Il protagonista quindi è una persona comune, magari in sovrappeso, brufolosa e mal vestita, con un costume assemblato alla buona con polistirolo, cartone e tutacce e con in testa un cappuccio fatto con una calza di lana o uno scatolone dipinto col pennarello. Per non parlare delle voci, completamente personalizzabili in timbro e tono. Vastissima anche la scelta delle armi: oltre ai classici fucili e mitragliette, sono presenti anche strane bombe, archi e lanciatori di bottiglie. Ma questo non è niente, perchè in realtà la vera ricchezza di questo sparatutto in prima persona è l'eccellente possibilità di customizzazione che regala agli utenti. E' infatti completamente modificabile il proprio alter ego in mille modi diversi: oltre a scegliere le classi standard e predefinite ci si sente quasi in obbligo di sbizzarrirsi con un guerriero, uomo o donna, più o meno grasso o agile e scattante, e soprattutto armato a più non posso e reso incredibilmente letale dai diversi gadget a disposizione. Non parliamo delle ultime tecnologie di Batman ma di qualcosa che gli si avvicina: mantelli per svolazzare tra i cornicioni, pattini a rotelle sui quali scattare da un lato all'altro dello schema, stivali a molla per saltare più in alto ma anche i perfetti occhiali da cecchino, capaci di individuare i nemici e segnalarli a tutti i propri compagni di squadra. Insomma un ricco livello di scelte delizierà chiunque lo giochi aumentando sempre più il numero di opzioni man mano che si aumenta di livello. Le mappe presenti sono state ben realizzate, si nota chiaramente che il design è stato appositamente studiato per poter sfruttare al meglio tutti i gadget a disposizione dei protagonisti. Le partite sei contro sei si rivelano una continua lotta tra colluttazioni all'aperto, svolazzamenti di grassoni che precipitano dai cornicioni e assalti improvvisi. Le ambientazioni sono molto riuscite e rispecchiano il look surreale a alienato associabile ai protagonisti che le popolano, con strutture degradate e dai colori con contrasti molto accesi. Il gameplay è frenetico al punto giusto ci si muove moltissimo sul campo di gioco e si muore parecchio. I tempi morti sono pari a zero. I comandi funzionano perfettamente non lasciando dubbi su come muoversi tra gli scontri. Se come detto una buona parte del divertimento sta nel personalizzare al massimo il proprio giocatore, è chiaro che questo diventa possibile accumulando punti esperienza, sbloccando ricompense sul campo e salendo poco alla volta di livello. Dal punto di vista tecnico non vengono raggiunte vette di eccellenza ma il gioco dei Monolith fa bene il suo dovere. Si riesce a gareggiare contro gli altri avversari senza troppe difficoltà fin dal primo approccio. Il matchmaking funziona discretamente bene, a patto però di affrontare giocatori italiani o al massimo europei. Oltre al classico deathmatch sono presenti delle varianti di King of the Hill e Capture the Flag, chiamate per l'occasione Suffumigazione e Guerra Psicologica. Naturalmente per giocare online sarà obbligatoria l'iscrizione al sito internet del gioco, ma bastano pochi click del mouse per essere subito pronti a svolazzare fra le strade di Gotham City. Tirando le somme il gioco è un ottimo passatempo, adatto a tutte le età che sicuramente riuscirà a coinvolgere ogni tipo di giocatore. Provare per credere.

GIUDIZIO GLOBALE:

GRAFICA: 7,5

SONORO: 8,5

GAMEPLAY: 8

LONGEVITA': 8

VOTO FINALE: 8

Francesco Pellegrino Lise






consenso al trattamento dei dati
I commenti inviati vengono pubblicati solo dopo esser stati approvati dalla redazione






Invia una copia anche al tuo indirizzo di posta
Se il codice risultasse illeggibile CLICCA QUI per generarne un altro

 

Copyright 2001 Quotidiano IL Tempo srl tutti i diritti riservati - Gerenza - Pubblicità