cerca

IL FESTIVAL A ISCHIA

Delizie Campane

Dal 12 al 14 maggio in mostra le eccellenze regionali: dal pomodoro San Marzano al datterino fino ai ceci, lenticchie e fagioli

Delizie Campane

Una regione come la Campania offre prodotti agroalimentari di alta qualità. A partire dalla grande varietà di pomodori, dal San Marzano al datterino, e legumi come lenticchie, ceci e fagioli che il territorio propone. Lo sa bene l'azienda ItalianEat fondata da quattro giovani imprenditori under 35 che hanno deciso di investire le loro conoscenze nel settore proprio della produzione di prodotti locali. E per celebrare l'eccellenza del gusto hanno voluto dare il via a una manifestazione di «stelle e stellati» nella splendida cornice di Ischia. Da venerdì 12 a domenica 14 maggio l'hotel La Madonnina a Casamicciola Terme ospiterà la prima edizione del Festival della Cucina Partenopea che vedrà protagonista lo chef Nino Di Costanzo, Ambasciatore nel mondo di Ischia e patron del ristorante «Danì Maison» aperto lo scorso anno in un meraviglioso angolo dell'isola. Lo chef due stelle Michelin preparerà nella seconda giornata della kermesse due piatti d'eccezione con i prodotti di stagione provenienti proprio da ItalianEat per far scoprire agli ospiti tutti i sapori della regione.

È venuta ai quattro fondatori dell'azienda campana l'idea di realizzare la manifestazione culinaria. «Abbiamo pensato che un modo per valorizzare i prodotti del nostro territorio e la nostra cucina, fosse quello di organizzare un vero e proprio festival - spiega a Il Tempo Vincenzo D'Antuono, imprenditore insieme a Giuseppe Alfano, Alessio Antimo Fortunato e Stefano Orazzo di ItalianEat - Abbiamo scelto una location splendida come quella dell'hotel La Madonnina (appartenente al circuito Chateaux & Hotels Collection, ndr), avvalendoci anche della preziosa collaborazione dello chef stellato Di Costanzo per dare inizio a un festival che vogliamo che prosegua negli anni».

La tre giorni sull'isola avrà come madrina l'attrice Maria Mazza e, tra gli ospiti, anche l'astrofisico Massimo Capaccioli. L'inaugurazione del Festival della Cucina Partenopea è affidata venerdì prossimo a un evento di formazione rivolto a un gruppo di studenti dall'Istituto alberghiero e professionale Telese di Ischia, che assisteranno alla lectio magistralis della professoressa Galletti, esperta in educazione alimentare e pedagogia della Dieta Mediterranea. Alle 19 sulla terrazza dell'albergo che affaccia sul mare ci sarà un light dinner preparata dallo chef resident dell'hotel, Luigi Castagna, a base di vini della cantina Nugnes.
Sin da giovanissimo appassionato di cucina, grazie alla mamma e alla nonna, Nino Di Costanzo dall'inaugurazione del ristorante «Daní Maison», il 25 maggio 2016, in soli quattro mesi ha guadagnato due stelle Michelin e tre forchette dell'Espresso. Sabato 13 a partire dalle 11.30 lo chef ischitano presenterà due nuovi piatti, uno freddo come antipasto e uno caldo come primo, realizzati con i prodotti ItalianEat durante uno show cooking che vedrà ai fornelli anche la madrina dell'evento. La serata sarà invece dedicata alle stelle, nel vero senso della parola. Il professor Capaccioli, fino al 2005 direttore dell'Osservatorio astronomico di Capodimonte, terrà un incontro con gli ospiti per parlare di corpi celesti, seguito dalla performance al piano del cantautore Valerio Sgarra.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Diletta Leotta come non l'avete mai vista GUARDA

Tutti in delirio per l'arrivo di Silvio Berlusconi alla convention di Fiuggi
Degrado capitale, la stazione Termini è un  vespasiano a cielo aperto
La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"