cerca

scandalo reality

Grande Fratello, Filippo resta ma la strigliata è come una sberla

Il romano prova a replicare ma la d'Urso lo zittisce

Grande Fratello, Filippo resta ma la strigliata è come una sberla

Il caso "Filippo taglia coda e orecchie ai cani e educali a calci" è finito in una bolla di sapone. Nessuna espulsione o nomination diretta per il concorrente del Grande Fratello 2015. Se la cava con un rimprovero di Barbara d’Urso.

La conduttrice del Grande Fratello mostra a Filippo Contri il filmato in cui in giardino diceva che aveva tagliato orecchie e coda al suo dobermann e lo educava a calci. Poi, mani sui fianchi, inizia la ramanzina “io non ci sto” già vista con Baye Dame e Luigi Mario Favoloso, i due squalificati prontamente riabilitati dopo aver chiesto scusa.

Il giovane romano ha l’ardire di fermare Barbarella: “Ma non c’è bisogno di dirmi niente, non posso accettarlo, perché…”. E quella inviperita: “Cosa non puoi accettare? Stai zitto e ascoltami. È vietato dalla legge tagliare orecchie e coda, è reato dal 2011. E se non lo fosse lo trovo orrendo. Non replicare che è meglio. Per noi del Grande Fratello finisce qua, te la vedrai fuori”. La d’Urso non dice al collerico gieffino che è stato denunciato per maltrattamenti sugli animali dall’AIDAA. Filippo schiuma rabbia come un pitbull in cattività ma è incatenato alle logiche del reality show. Tace con gli occhi fiammeggianti.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Dall'elicottero ai Fori: il lancio mozzafiato con il Tricolore

Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro
Choc a Roma: si lancia dal tetto, i poliziotti lo afferrano per le caviglie
Isola dei Famosi hot, la Marcuzzi si lancia su De Martino e resta nuda