cerca

fuori programma a cinecittà

Urla e cori per Aida fuori dalla Casa del Grande Fratello. Adesso Favoloso & Co. tremano

Una fan ha criticato il gruppetto dei bulli

Urla e cori per Aida fuori dalla Casa del Grande Fratello. Adesso Favoloso & Co. tremano

Aida Nizar sempre più protagonista del Grande Fratello. E’ terrore in casa dopo le urla di una fan fuori la casa di Cinecittà che esalta Aida e criticava Simone Coccia Colaiuta, Luigi Favoloso e Patrizia Bonetti. Favoloso, senza farsi vedere dal branco, l’ha abbracciata: “Ti chiedo scusa, ricominciamo”.

Rosicamento e terrore questo pomeriggio all’interno della Casa dalla porta rossa. Dopo pranzo (nonostante il branco l’avesse emarginata la spagnola si è seduta a tavola con gli altri 14 concorrenti), Aida era in giardino e Luigi provava a stuzzicarla di nuovo: “Io non ti voglio male e non l’hai ancora capito che sono buona. Hai conosciuto tre delle sette personalità di Luigi”, “Le altre sono meglio o peggio? Perché non sono pronta. Io ne ho solo una di personalità. Vedi, non ci sono tante donne come Aida e invece di piacerti, mi sfidi e mi provochi”, “Perché tu non lo fai?”, “Ma per fare il bello non il male. Ogni volta che parlo, voi fate gruppo per farmi del male”. E quell’incredibile faccia tosta di Favoloso: “Non hai capito che sono buono, ho fatto in modo che ti ridessero l’agendina (l’aveva rubata lui, nda). Perché non è vero che te l’ho fatta ridare? Io non faccio parte del gruppo che ti vuole male”.

La chiacchierata è stata interrotta da una ragazza che ha urlato fuori dalla casa: “Aida, sei fantastica, sei la numero uno, "adoro la mia vita come te, non arrenderti mai”, la spagnola ha quasi pianto di gioia, mentre Luigi è saltato dal pouf ed è corso ad abbracciarla: “Ricorda che quando il popolo ha avuto possibilità di scegliere, ha scelto Barabba non Gesù”, poi resosi conto che si stava tirando la zappa sui piedi: “Ti chiedo scusa se ti ho fatto del male. Possiamo ricominciare senza litigare più? Ti chiedo scusa”. Falso come un mobile di legno dell’Ikea tanto è vero che ha taciuto con il gruppo di averle chiesto perdono. Dopo il bacio di Giuda, Aida è corsa felice: “Voi pensate che siamo 14 persone e invece siamo 14 milioni di persone. Questa cosa mi dà una grande energia, dicono “adoro la mia vita” come dico io. Loro comandano, l’Italia mi ama”. Ma gli inquilini sono diventati rossi dalla rabbia e hanno disprezzato e sminuito il gesto. Baye Dame sprizzava invidia da ogni poro: “Sarà il manager, capirai che feedback…, sarà il manager” e Danilo: “La zia”, ma Aida: “Noo, mi vogliono bene” e Veronica: “Non era un gruppo, ma una persona, gli italiani non si fanno prendere per il c**o da lei”. Stessa idea di Patrizia che ovviamente ha aggiunto un “dai no, c**o”, mentre Alessia: “Il mio nome non l’hanno fatto. Significa che non ho rotto nessun equilibrio”.

Poi la stessa donna ha urlato: “Luigi vergognaaaaatiiiiii, Simone sei un falsooooo”, "Patrizia stai attenta a Mariana". Spiazzata Lucia Bramieri che ha cercato di riannodare i fili: “Tu hai provocato noi, Aida” e la spagnola: “Beh oggi il pubblico ti ha detto che non è così. Oggi mi hanno fatto un gran regalo, per fortuna c’era Luigi altrimenti mi dicevate che ero una pazza”. Distrutti Luigi: “Allora io sono il peggiore per gli italiani e sono contento” e Danilo: “Se volete dare questo esempio ai figli allora io sono fiero di uscire”. Vivono in una realtà parallela non c’è altra spiegazione.

La vicenda si è chiusa con un chiarimento tra Angelo Sanzio e Aida: “Sei più grande di noi e ti chiedo molta maturità. Mi dispiace se ti abbiamo frainteso” e quella: “Perché non sono venuta a mangiare con voi? Io non dimentico mai chi mi vuole bene. Sono brava a fare tv, so fare perfettamente tv, ma qui sono in un paese che non è il mio e parlo un’altra lingua. Loro (autori, nda) sanno perché mi hanno inserito dopo, mi hanno voluto far entrare una settimana dopo. Quello che ho detto a Baye? Gli ho detto di fare una doccia come l’ho detto ad Alberto che è bianco e come ho detto che avevo l’alito pesante e dovevo lavarmi i denti. No su queste cose non si gioca, "torna in Senegal" non l’ho detto, se l’avessi detto non sarebbe venuto qualcuno qui a urlare per me. E’ una stupidaggine che i neri abbiano una pelle diversa, ho amici con la pelle nera che profuma, basta lavarsi bene. Qui ci sono le telecamere 24h e non posso nascondere niente. Io non ho fatto cose per fare male come hanno fatto loro. Io mi sono sentita circondata. Sono stata insultata, picchiata, derubata, mi hanno detto che non si fidano di me e che sono un’attrice venuta per fare male”. 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro

Choc a Roma: si lancia dal tetto, i poliziotti lo afferrano per le caviglie
Isola dei Famosi hot, la Marcuzzi si lancia su De Martino e resta nuda
Raikkonen spezza una gamba al meccanico della Ferrari