Negli usa

Passo avanti nel processo di revisione di IQOS

La Philip Morris vuole commercializzare il prodotto "a rischio modificato"

Lo scorso 24 e 25 gennaio, a Silver Spring, nel Maryland, si è fatto un passo avanti nel processo di revisione della richiesta di Philip Morris International di commercializzare IQOS negli Stati Uniti come "Prodotto del Tabacco a Rischio Modificato" da parte della Food and Drug Administration. Gli esperti di Philip Morris International Inc. (PMI) e Philip Morris USA Inc. hanno presentato gli studi scientifici al Comitato Scientifico Consultivo per i Prodotti del Tabacco (Tobacco Products Scientific Advisory Committee - TPSAC) della Food and Drug Adminisration degli Stati Uniti.

Per esprimere il proprio parere all'FDA sulla richiesta avanzata da PMI, il Comitato ha coperto un consistente numero di argomenti: scientifici, tecnici, commerciali e di comunicazione. Ha avanzato richieste e sondato le probabilità e l'entità dei benefici potenziali, come altresì le modalità con cui regolare eventuali usi non desiderati. Il Comitato ha confermato che le evidenze scientifiche presentate da PMI sono coerenti con l’affermazione secondo la quale “passare completamente ad IQOS riduce significativamente l’esposizione a sostanze dannose”, mentre non si è trovato d’accordo con alcuni dei termini specifici delle proposte di comunicazione ai consumatori riguardanti la riduzione del danno e del rischio di contrarre malattie legate al fumo.

"La due giorni di discussione del Comitato è stata una tappa fondamentale. Ringraziamo l'Agenzia e il Comitato per l'interesse dimostrato nei confronti del nostro dossier scientifico e del nostro impegno a informare tutti i fumatori adulti dell'esistenza di alternative migliori." Ha affermato André Calantzopoulos, CEO di Philip Morris International, che ha aggiunto: "Sono immensamente grato ai miei colleghi per il loro straordinario lavoro nella compilazione del dossier inviato alla FDA e per le presentazioni della scorsa settimana. La nostra scienza e l'impegno delle nostre persone mi rendono fiducioso circa le possibilità di concretizzare la nostra visione di un futuro senza fumo."

Quasi 4 milioni di fumatori adulti sono già passati a IQOS. L'ambizione di PMI è che tutti coloro che altrimenti continuerebbero a fumare abbandonino il prima possibile le sigarette e passino completamente a prodotti senza fumo scientificamente verificati. Politiche pubbliche e decisioni regolamentari possono considerevolmente accelerare la velocità e magnitudo di questo cambiamento storico. E in Italia? Anche il nostro Paese sta facendo passi avanti in ambito regolamentare: il Decreto varato lo scorso 7 agosto dal Ministero della Salute e dal Ministero dello Sviluppo Economico con il Ministro dell’Economia ha definito le modalità con cui il ministero della Salute, consultato l’Istituto superiore di sanità, valuterà le informazioni e gli studi per riconoscere la riduzione di sostanze tossiche o il potenziale rischio ridotto dei prodotti del tabacco di nuova generazione rispetto alle sigarette.

This page might use cookies if your analytics vendor requires them.