cerca

NOZZE AL VOLO

Matrimonio ad alta quota, Papa Francesco sposa a sorpresa hostess e steward

Matrimonio ad alta quota, Papa Francesco sposa a sorpresa hostess e steward

Paula e Carlos hanno un sorriso contagioso, misto all'imbarazzo di essere diventati in un momento la coppia più famosa del mondo. Siamo abituati ai gesti imprevedibili di Papa Francesco, ma il matrimonio a sorpresa, a 36 mila piedi, davvero non se lo aspettava neanche lui.

È avvenuto tutto in pochi minuti quello che non era mai successo nella storia: una foto di gruppo con l'equipaggio della compagnia di bandiera cilena, Latam, che lo porta da Santiago a Iquique, nel deserto a nord del Paese, poi le presentazioni. "Santità, questa è la mia novia, la mia fidanzata", gli dice lo steward Carlos, 41 anni. Lei è Paula, 39, hostess di bordo, divisa d'ordinanza e capelli raccolti in una perfetta treccia greca. Vengono dallo stesso paese. "Non siete sposati?" chiede Bergoglio. Sì, e da otto anni, ma solo civilmente. Il terremoto del 2010 ha spazzato via la parrocchia alla quale appartengono. Probabilmente a quel punto ai due sarebbe bastata una benedizione, ma Bergoglio ci ha messo meno di un attimo per trovare la soluzione: "Vi sposo io, vi sposo ora". Un attimo di panico, poi la domanda al proprietario della compagnia, Ignacio Cueto, era sul volo per conoscere il Papa: "Vuoi farci da testimone?".

Un foglio qualunque è diventato il documento di nozze, due rosari il dono del Papa ai nuovi sposi. "Ma la cosa più importante è stata quello che ci ha detto - racconta Carlos a un nugolo di giornalisti che non gli lascia respiro - ha detto il matrimonio è il sacramento che manca nel mondo, spero che siate da esempio per tante altre coppie". Anche questa è la catechesi di Francesco.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

La vittoria de Il Tempo
Carlotta ha il suo comunicatore

Acrobazie e show, gli Harlem Globetrotters a Il Tempo
Urla e scappa, poi accoltella il poliziotto: attimi di paura in via Appia a Roma
"La mia Lazio da Champions ma gli arbitri...", intervista esclusiva a Ciro Immobile