cerca

LETTERE DA PYONGYANG

Corea del Nord, Razzi: "Kim mi ha scritto per sparlare di Trump"

L'intervista al senatore: "Serve subito un segnale distensivo per il bene del mondo. E la carta vincente posso essere io"

Corea del Nord, Razzi: "Kim mi ha scritto per sparlare di Trump"

Lettere dalla Corea del Nord: caro Razzi ti scrivo e parlo male di Donald Trump, firmato Kim Jong-un, il supremo leader (per i nordcoreani, non certo per noi occidentali). La notizia la dà a Il Tempo il senatore Antonio Razzi in persona: «Dopo il discorso di Trump all'Onu- spiega - mi ha chiamato il primo segretario dell'ambasciata della Corea del Nord a Roma: "Senatore le devo fare una comunicazione importantissima. Una lettera di Kim Jong -un"».

E lei senatore, che ha risposto?
«Guardi, ho risposto, tra tre quarti d'ora ho il pullman per Pescara a Tiburtina, o me la portate sin qua o altrimenti ci vediamo lunedì perché io non ho mica l'auto blu con l'autista».

E i nordcoreani, che han fatto?
«"No, no è urgente" - mi han detto. Io allora gli ho replicato: "Beh se venite alla fermata dell'autobus per Pescara, che alle 17.30 parte, vi aspetto". E prima che partisse la corriera è arrivato il nuovo ambasciatore, con me c' era anche mia moglie e l'ha conosciuto».

E questa lettera, che dice?
«L' ho letta, è in inglese. È una lettera durissima contro Trump e le sue parole all' Onu».

Ma non staranno esagerando?
«Io mi auguro e credo che il margine per evitare l'irreparabile ci sia ancora.
Capisce che non ha senso»...

SE VUOI CONTINUARE A LEGGERE CLICCA QUI

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Trump "passa" il check up: qualche chilo di troppo ma salute eccellente

Tartaruga imprigionata nella plastica nel mare delle Eolie
Sos coccodrillo, da un anno gira con uno pneumatico al collo
Sony lancia il cane robot intelligente: si chiama Aibo