cerca

ATTENTATO IN GRAN BRETAGNA

I killer di Londra volevano usare il camion. Coltelli fucsia per uccidere

I killer di Londra volevano usare il camion. Coltelli fucsia per uccidere

I coltelli da cucina in ceramica da 30 centimetri usati per accoltellare le vittime

Gli attentatori che hanno ucciso otto persone a Londra, nella zona del London Bridge, avevano tentato invano di affittare un camion da 7,5 tonnellate per fare più vittime sul ponte. E per accoltellare le vittime al Borough Market hanno usato coltelli da cucina in ceramica da 30 centimetri, di colore fucsia, mentre non hanno utilizzato le bombe molotov che sono state ritrovate nel van. A diffondere nuovi dettagli sull'attentato della notte del 3 giugno, in cui otto persone sono morte e decine sono state ferite, è la polizia di Londra. Nel frattempo, nel centro di Londra sono comparse barriere di sicurezza sui marciapiede degli otto fiumi sul Tamigi e protezioni analoghe vengono valutare per altri luoghi. In corso di revisione anche la sicurezza nei luoghi più simbolici e frequentati di Londra.

Per il comandante Dean Haydon, "se avessero avuto a disposizione un camion da 7,7 tonnellate, gli effetti avrebbero potuto essere molto più gravi". Nonostante lo Stato islamico abbia rivendicato l'attacco, per Haydon non c'è prova che i tre assalitori abbiano preso ordini da altri, nel Paese o all'estero. Il britannico di origine pakistana Khuram Butt, l'italiano Youssef Zaghba e Rachid Redouane con legami in Libia, Marocco e Irlanda, sono stati uccisi dagli agenti intervenuti sul posto.

Intanto, altre due persone sono state arrestate nelle ultime ore a Londra per terrorismo. La polizia, citata da Bbc, ha fatto sapere che un 27enne è stato arrestato per il sospetto che stesse preparando atti terroristici, dopo perquisizioni a Ilford a East London, in correlazione all'attentato a London Bridge. Un altro uomo, di 28 anni, è stato arrestato in una abitazione a Barking, per il sospetto che preparasse atti terroristici. Haydon ha ricostruito le violenze spiegando che Khuram Butt, britannico di origine pakistana, ritenuto il capobanda, aveva non era riuscito ad noleggiare il camion da 7,5 tonnellate perché non aveva potuto a pagare, non è chiaro se perché non aveva la necessaria patente di guida. Intorno alle 19,30, il van Renault che hanno invece potuto affittare poi utilizzato veniva prelevato. Alle 20.38 l'arrivo sul London Bridge, percorso per due volte prima di travolgere i pedoni alla terza. Alla guida sarebbe stato Butt, mentre Zaghba e Rachid sarebbero stati a bordo. Tre persone sono state uccise. Poi i tre hanno abbandonato il veicolo e attaccato le persone nei locali del vicino Borough Market, uccidendone cinque. Tutti erano armati con coltelli di ceramica fucsia di 30 centimetri, legati ai polsi con lacci di pelle avvolti al manico. Inoltre, indossavano false cinture esplosive costruite con bottiglie di plastica avvolte in nastro adesivo. Otto minuti dopo che la polizia è stata allertata, gli agenti sono arrivati e hanno sparato 46 volte, uccidendo i tre assalitori. Le loro vittime sono tre francesi, due australiani, un canadese, uno spagnolo e un britannico.

Nel retro del furgone, gli investigatori hanno trovato più di 10 bottiglie molotov, e due fiamme ossidriche forse destinate ad accenderle in un previsto ulteriore attacco. "Erano ancora vicini al van, c'è la possibilità che potessero tornarvi", ha affermato il comandante. Inoltre, a bordo c'erano anche sedie da ufficio, una valigia e sacchi di ghiaia, forse caricati per aggiungere peso oppure come copertura per le loro attività. La casa di Redouane, a Barking, era il rifugio-base dei tre, dove erano stati preparati il piano e l'attentato. Vi è stata trovata una copia in lingua inglese del Corano, lasciata aperta a una pagina che descriveva il martirio, così come altri materiali legati all'attacco. Hayden ha anche sottolineato che dallo scorso sabato gli investigatori hanno raccolto 262 dichiarazioni di persone provenienti da 19 Paesi. "Non cerchiamo una rete più ampia", ha affermato però Hayden, sottolineando che si indaga ancora su come i tre si siano conosciuti, perché "avevano una storia diversa".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello