cerca

IL GIORNALISTA ARRESTATO

Turchia: libero Gabriele Del Grande, è di nuovo in Italia

Turchia, l'annuncio di Alfano: Del Grande è libero, sta tornando in Italia

È atterrato alle 10:32 all'aeroporto di Bologna Gabriele Del Grande, il giornalista e blogger lucchese detenuto in Turchia da due settimane senza nessuna accusa. Ad accoglierlo, oltre alla famiglia, il ministro degli Esteri Angelino Alfano dopo una notte di trattative con le autorità turche. "Sto bene, la cosa che ho sofferto è stata la mancanza di libertà, il fatto di essere arrestato mentre facevo il mio lavoro di giornalista in un Paese amico - ha detto Del Grande appena atterrato a Bologna - ringrazio tutti quelli che hanno favorito la mia liberazione e il mio pensiero va a tutti i giornalisti che sono in carcere ingiustamente". "Non  ho ancora capito perché sono stato fermato, non mi è stato notificato nessun provvedimento - ha spiegato - Ma non ho subito nessuna violenza, non mi è stato torto un capello. Sono stato liberato questa notte".

La liberazione di Del Grande era stata annunciata questa mattina dal ministro degli Esteri Angelino Alfano dopo una notte di trattative con le autorità turche. "Gli ho parlato adesso sta tornando in Italia. Ho avuto la gioia di avvisare i suoi familiari. Lo aspettiamo".

"Questa notte il collega ministro degli Esteri Mevlut Cavusoglu mi ha comunicato la decisione - ha continuato il titolare della Farnesina -  Lo ringrazio. #iostocongabriele". 

Del Grande è atterrato a Bologna alle 10:32. Ad accoglierlo insieme ai familiari ci sarà anche il ministro degli Esteri Angelino Alfano. "Stiamo andando a prenderlo, è un gran giorno", ha spiegato il papà di Gabriele, Massimo Del Grande, parlando a Rainews 24. "Mi ha chiamato il ministro Alfano - ha aggiunto - Ci hanno detto che sta bene".

Il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni ha parlato questa mattina con il padre di Gabriele Del Grande, Massimo, al quale ha espresso la sua Grande soddisfazione per l'imminente arrivo in Italia Del giornalista e blogger. Lo rende noto Palazzo Chigi. La liberazione è "frutto dell'impegno svolto con discrezione e determinazione dalla nostra diplomazia", ha detto il premier.

Gabriele Del Grande, regista e blogger lucchese, era in stato di fermo in Turchia dal 9 aprile scorso ed era detenuto nel centro di detenzione amministrativa di Mugla. Negli ultimi giorni aveva iniziato uno sciopero della fame. Del Grande, uno degli autori del film documentario "Io sto con la sposa", ha raccontato di essere stato fermato dalle autorità turche al confine con la Siria, nella regione di Hatay per un controllo per essere stato trasferito a Mugla, sempre in un centro di identificazione ed espulsione, in isolamento. Nessuna motivazione del fermo è stata diffusa dalle autorità turche. "I miei documenti sono in regola, ma non mi è permesso di nominare un avvocato, né mi è dato sapere quando finirà questo fermo", aveva detto Del Grande nei giorni scorsi.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Incendi, morte e paura: la California devastata dai roghi

Playboy, ecco la villa delle feste di Hefner con le conigliette
Diletta Leotta come non l'avete mai vista
Tutti in delirio per l'arrivo di Silvio Berlusconi alla convention di Fiuggi

Opinioni