cerca

TERRORISMO ED ELEZIONI

Francia, Marine Le Pen: frontiere chiuse, espulsioni e pene più dure se diventerò presidente

Francia, Marine Le Pen:  frontiere chiuse, espulsioni e pene più dure se sarò presidente

Reintegrare immediatamente le frontiere francesi ed espellere tutti gli individui segnalati con la "fiche s" e monitorati dai servizi segreti. E ancora inasprire le pene con l'ergastolo per i reati di terrorismo. Lo ha chiesto al governo la leader della destra e candidata alle presidenziali Marine Le Pen in una dichiarazione pubblica dopo l'attacco di ieri sera sugli Champs-Elysees di Parigi in cui è rimasto ucciso un poliziotto. 

Domenica ci sarà il primo turno delle elezioni presidenziali e per molti osservatori questo nuovo attentato fa alzare le quotazioni della candidata dell'ultradestra. "Ci vuole l'ergastolo per i crimini piu' gravi - ha detto la Le Pen - sopprimere ogni tipo di condono e serve la doppia pena cancellata proprio dalla destra. Se diventerò presidente metterò in atto un piano di battaglia contro il terrorismo per proteggere i francesi".

L'europarlamentare e presidente del Fronte Nazionale torna a chiedere "il ripristino delle frontiere e l'espulsione immediata degli schedati stranieri con la lettera S" (sospettati di attentare alla sicurezza dello Stato) e ha invocato "la fine del lassismo giudiziario" e "nuove regole restrittive in materia di immigrazione, asilo e di cittadinanza".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Incendi, morte e paura: la California devastata dai roghi

Playboy, ecco la villa delle feste di Hefner con le conigliette
Diletta Leotta come non l'avete mai vista
Tutti in delirio per l'arrivo di Silvio Berlusconi alla convention di Fiuggi

Opinioni