cerca

IL PRESIDENTE USA E L'EUROPA

Trump elogia la Brexit e sfida l'Ue

Trump elogia la Brexit e sfida l'Ue

Il presidente Usa Donald Trump

La Nato "è obsoleta perché non si interessa del terrorismo". "La Brexit finirà per essere una grande cosa". La cancelliera tedesca Angela Merkel ha fatto un "errore catastrofico" nella politica che ha portato un milione di rifugiati in Germania. E poi ancora: "Non credo che l'Unione Europea giochi un ruolo importante per gli Stati Uniti. Non ho mai creduto che fosse importante. Oltre tutto, l'Unione è stata fondata per colpire gli Stati Uniti nel settore del commercio, non è vero? Quindi, non mi importa se si separa o resta unita, per me non ha importanza". Sono solo alcuni dei commenti del presidente eletto Donald Trump in un'intervista congiunta al britannico Times e al tedesco Bild. Dichiarazioni che hanno fatto infuriare l'Europa e di cui si è discusso molto in occasione del consiglio dei ministri degli Esteri dell'Ue a Bruxelles.

I ministri si sono mostrati cauti, in attesa del reale insediamento del presidente eletto, che avverrà venerdì 20 gennaio. L'Alto rappresentante Ue per gli Affari Esteri, Federica Mogherini, ha mostrato "rispetto" per le opinioni di trump, ma si è detta convinta che "l'Unione europea rimarrà unita" nonostante le minacce secondo cui, dopo il Regno Unito, altri paesi lasceranno il blocco. Nel frattempo, però, a seguito delle dichiarazioni del magnate, in cui assicurava che avrebbe lavorato "molto rapidamente" per trovare un accordo con il Regno Unito e che si incontrerà con la premier britannica Theresa May con questo obiettivo, Mogherini ha ribadito: Londra non potrà negoziare con Washington un accordo commerciale "in modo bilaterale" mentre fa parte del blocco Ue. Una precisazione che anche il ministro degli Esteri britannico Boris Johnson ha dovuto sottoscrivere. E se in un primo momento il premier francese, Jean-Marc Ayrault, aveva puntato sulla moderazione ("la migliora risposta alle parole di trump sarà l'unità", in serata il presidente François Hollande ha calcato la mano: "L'Europa sarà sempre pronta a dare continuità alla cooperazione transatlantica ma si muoverà in funzione dei suoi interessi e dei suoi valori - ha spiegato Hollande - Non ha bisogno di lezioni dall'esterno per decidere cosa fare". Per Hollande la Nato "non è obsoleta" dato che le minacce nella regione del Nord dell'Atlantico rimangono. I rapporti tra Washington e l'Europa sono state fondate su "valori del rispetto, sostegno reciproco in caso di pericolo, ma anche sul rispetto della democrazia, la difesa delle libertà, l'uguaglianza tra uomini e donne e la dignità degli esseri umani", ha ricordato il presidente francese.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Commenti

  • mauro

    mattetti

    18:06, 27 Gennaio 2017

    VAI PRESIDENTE! SEI TUTTI NOI!!!

    Finalmente,un Presidente degli States che gliele canta e suona! l'Unione cosiddetta Europea,non e' altro,che un'accozzaglia di uomini autoproclamatisi censori e paladini,allo stesso modo,dei cittadini Bulgari, come di quelli Italiani,Francesi ecc.,senza che nessuno di noi Italiani,o Bulgari,Francesi,Spagnoli ecc., abbia mai espresso parere,o votato perche' tutto cio' divenisse, quello che e' divenuto. I vari Prodi e Ciampi (pace all'anima sua), sono parte integrante Italiana,di quella accozzaglia e meriterebbero di pagare, per tutto il male che hanno provocato, con questo loro impiccio. L'Europa cosiddetta Unita,non lo e' affatto e chi paga le conseguenze che in Bulgaria o Romania o altri Paesi, mangiano di meno, siamo noi, che tiriamo fuori 12 miliardi, per vederne indietro 8-10! A che pro? A chi giova tutto cio'? Ai mammasantissima,che si sono arricchiti,stando sulle poltrone,esistenti nei palazzoni costruiti appositamente per fare i porci loro comodi,compreso quello di diminuirci i centimetri delle banane o zucchine. Si guardi a quanto hanno fatto per evitare tutte le invasioni che subiamo ogni anno (190 mila africani,solo dal nordafrica,per non parlare dei delinquenti dell'est-europeo....)! Si guardi a come hanno salvaguardato i nostri diritti di terremotati e distrutti dal dolore per le recenti vicissitudini....Bene fa' Trump e spero,che anche da noi,venga eretto un primo muro,con la Citta' del Vaticano,per non sentirne piu' i riverberi opportunistici e di odore dubbio.

    Rispondi

    Report

  • Luigi

    MAZZEO

    18:06, 17 Gennaio 2017

    Trump, a favore della Brexit,applica la vecchia regola "divide et impera",con la quale ha vinto ma ha spaccato l'America in due.

    Rispondi

    Report

  • Luigi

    MAZZEO

    17:05, 17 Gennaio 2017

    La Brexit : cambiare le regole del gioco, mentre si è in gioco ormai da anni, non è stata una grande idea e gli inglesi ne stanno già pagando le conseguenze in tutti i settori della vita lavorativa e commerciale. E' vero che si sono chiamati fuori dall'Europa, ma è anche vero che adesso sono isolati ed arroccati e possono guardare solo dalla finestra cosa succede in strada.Da soli potranno fare dolci con molto zucchero e possibilmente tanti ombrelli...Contro la globalizzazione dilagante e fisiologica data dalla tecnologia ed il conseguente cambiamento nel modo di pensare delle generazioni future,il loro primo ministro potrà emettere solo proclami inascoltati ed inattuabili.

    Rispondi

    Report

.tv

Il tavolo per rilanciare Roma inizia tra le proteste

La straordinaria danza dei delfini al largo di Capri
Incendi, morte e paura: la California devastata dai roghi
Playboy, ecco la villa delle feste di Hefner con le conigliette

Opinioni