cerca

VIOLENZA A STRASBURGO

Rissa all'Europarlamento, deputato Ukip collassa e finisce in ospedale

Rissa tra colleghi a StrasburgoEurodeputato Ukip in fin di vita

In ospedale Steven Woolfe, 49 anni, candidato alla successione di Nigel Farage. Un collega di partito lo ha colpito con un pugno GUARDA IL VIDEO

Dramma sfiorato a Strasburgo, nei corridoi dell'europarlamento. Steven Woolfe, uno dei principali europarlamentari dell'Ukip è stato per diverse ore in gravissime condizioni nell'ospedale della città francese dopo essere svenuto in seguito di un alterco durante una riunione degli eurodeputati Ukip. Solo intorno alle 16, dopo aver effettuato diversi esami medici, Woolfe ha ripreso conoscenza e ha fatto sapere di "stare meglio" attraverso una nota.

A dare notizia dell'incidente era stato il leader uscente Nigel Farage. «Sono profondamente dispiaciuto per il fatto che dopo un alterco durante una riunione dei deputati dell'Ukip questa mattina Steven Woolfe abbia avuto un collasso e sia stato portato in ospedale. Ora le sue condizioni sono serie», aveva fatto sapere Farage in una email inviata dal suo portavoce.

Farage ha ripreso ieri la guida del partito 'ad interim' dopo le dimissioni della neo leader Diane James. Woolfe, 49 anni, è considerato il successore alla guida del partito dopo le dimissioni a sorpresa della James. Proprio ieri lo stesso eurodeputato si era offerto per la candidatura. «Nelle ultime settimane ho pensato a lungo e duramente al mio futuro politico e a come posso contribuire a costruire il Regno Unito dopo la Brexit che abbiamo votato nel mese di giugno - un paese meritocratico, indipendente e prospero che si alza in piedi per milioni di persone che sono state ignorato per troppo tempo», aveva dichiarato.

Secondo le ricostruzioni raccolte dalla Bbc, stamattina alle 10 era stata convocata una riunione dell'Ukip nel corso della quale c'è stata una «turbolenta discussione» riguardo a un presunto colloquio intrattenuto da Woolfe con membri del Partito conservatore.

La discussione è quindi degenerata e Woolfe è uscito dalla stanza dove si svolgeva la riunione insieme ad un altro europarlamentare dell'Ukip. A quel punto, vi sarebbe stata una colluttazione con scambio di pugni. Si ritiene che Woolfe nel corso della rissa con il suo collega di partito abbia sbattuto la testa contro una finestra o una parete, ma si sarebbe poi rialzato. Poco dopo avrebbe avuto un collasso, a seguito del quale sono stati chiamati dei medici e la moglie avvertita di quanto era accaduto.

I medici hanno riferito che l'europarlamentare ha sofferto di due «attacchi di tipo epilettico» e di ritenere che Wollfe avesse subito un'emorragia cerebrale. L'europarlamentare è stato condotto in ospedale dove è stato sottoposto a vari esami, tra i quali una tac cerebrale.

Gli esami però - è scritto nella nota diffusa dall'europarlamentare, hanno mostrato che «non c'è coagulo di sangue nel cervello. Al momento mi sento lucido, felice e sorridente come sempre». Per precauzione, spiega, rimarrà ricoverato durante la notte per essere sottoposto a nuovi esami e verificare che «tutto sia a posto». L'unica conseguenza dell'incidente, al momento, afferma ancora Woolfe, «è un po' di intorpidimento sul lato sinistro della faccia».

Il grave episodio è avvenuto proprio mentre una scena analoga, per fortuna senza conseguenze, avveniva nel parlamento italiano. Nei cortili di Montecitorio, infatti, due esponenti del MoVimento 5 Stelle sono arrivati alle mani. Si tratta di Giorgio Sorial e Francesco Cariello, esponenti rispettivamente dell'ala "ortodossa" del MoVimento e di quella più "morbida. Per fortuna i due sono stati separati in tempo dai colleghi grillini. 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni