cerca

Kazakhstan: «Shalabayeva in Italia con garanzie collaterali»

Il vicepremier Orynbayev da Bruxelles ha spiegato che è in attesa di una decisione ufficiale dell’Italia sulla possibile espulsione dell’ambasciatore kazako. «Semmai dovesse esserci reagiremo»

Kazakhstan: «Shalabayeva in Italia con garanzie collaterali»

SH-C_WEB

Il Kazakhstan «non ha alcun problema» a rimandare in Italia Alma Shalabayeva se dall'Italia arriverà una serie di «garanzie collaterali». È quanto ha confermato il governo di Astana, attraverso il vice premier Yerbol Orynbayev, in una conferenza stampa a Bruxelles al termine del Consiglio di cooperazione Ue-Kazakhstan. Il vice primo ministro kazako Orynbayev ha detto inoltre che le autorità kazake stanno aspettando una decisione dell'Italia in merito alla possibile espulsione dell'ambasciatore kazako a Roma, prima di prendere possibili contromisure. «Attendiamo una decisione ufficiale, se mai dovesse esserci, e quindi reagiremo», ha detto il vicepremier. A chi gli faceva notare che il ministro degli Esteri, Emma Bonino, ha definito l'ambasciatore ormai inutile visto quanto accaduto nella vicenda Ablyazov, il vicepremier ha risposto che i pareri espressi dal ministro «sono personali».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni