cerca

Incendio nella sede parigina di «Femen», un ferito

PARIGI Un incendio ha devastato la sede parigina delle Femen, l'organizzazione femminista ucraina che si è fatta notare per una serie di controversi blitz in topless contro Vladimir Putin e i Paesi...

Incendio nella sede parigina di «Femen», un ferito

BX_B10__WEB

PARIGI Un incendio ha devastato la sede parigina delle Femen, l'organizzazione femminista ucraina che si è fatta notare per una serie di controversi blitz in topless contro Vladimir Putin e i Paesi islamici. La polizia ha aperto un'inchiesta ipotizzando «un incidente», ma l'organizzazione ha denunciato «l'inquietante coincidenza» di una telefonata che nei giorni scorsi aveva definito le attiviste come «streghe che meritano di bruciare». Nell'edificio alla periferia nord-orientale della capitale francese le fiamme sono divampate poco prima del'alba nella stanza in cui dormiva la 23enne attivista ucraina Inna Shevchenko che ha da poco ottenuto asilo politico in Francia. Era stata proprio lei, scelta come volto della nuova Marianna su 600 milioni di francobolli francesi emessi per l'ultima festa nazionale del 14 luglio, a innescare polemiche e attacchi al gruppo femminista da parte di ambienti della destra religiosa. Inna Shevchenko non era presente nell'edificio in cui, però, dormivano altre cinque persone, una delle quali è rimasta leggermente ustionata a un braccio. Tra loro c'erano Pauline Hillier e Marguerite Stern, le due attiviste detenute per quasi un mese in Tunisia per la protesta in topless del 29 maggio a sostegno della blogger Amina. Le tre attiviste si denudarono davanti al tribunale di Tunisi chiedendo la liberazione della donna. Le attiviste si videro contestare i reati di oltraggio al pudore, attenato alla correttezadei costumi e schiamazzi: le relative condanne assommarono a quattro mesi e un giorno di reclusione, senza alcun beneficio di legge. Poi la decisione di liberarle.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni