cerca

Usa: strada spianata per i matrimoni gay

Storica sentenza della Corte suprema che riconosce anche a coniugi dello stesso sesso i benefici cui godono normalmente mogli e mariti

Usa: strada spianata per i matrimoni gay

Michael Knaapen, John Becker

Storica sentenza negli Stati Uniti, così come aveva chiesto il presidente Obama nel discorso del suo secondo insediamento: la Corte Suprema legittima il matrimonio tra persone dello stesso sesso. Diventa così incostituzionale la legge che definisce il matrimonio come l’unione fra un uomo e una donna, e il bando delle nozze gay in California deve essere abolito: con queste due sentenze, emesse a pochi minuti di distanza l’una dall’altra, la Corte Suprema di Washington consegna altrettante vittorie alla campagna per la parità dei diritty fra gay e etero negli States.

La prima sentenza riguarda la legge «Defense of Marriage Act» del 1996. Con un verdetto di 5 a 4, scritto dal giudice Anthony Kennedy, viene definita «incostituzionale» perché affermare che il matrimonio è solo l’unione fra un uomo e una donna «viola la pari tutela davanti alla legge di tutti i cittadini che il governo deve garantire». Inoltre, secondo il testo scritto da Kennedy e sostenuto dai quattro giudici liberal della Corte Suprema, «il Defense of Marriage Act viola il diritto degli Stati di legiferare sul tema del matrimonio».

L’altra sentenza, scritta dal giudice John Roberts che è anche il presidente della Corte Suprema, riflette un’opinione bipartisan su «Proposition 8» ovvero il bando delle nozze gay approvato con un referendum in California nel 2008.

La tesi espressa da Roberts è che a decidere su «Propotision 8» deve essere una Corte della California ma l’indicazione data è a favore dell’abolizione, destinata a consentire il ritorno alla legalità delle nozze gay. Su questa posizione, che accomuna la difesa del diritto degli Stati a legiferare sul matrimonio e il sostegno alle nozze gay, si è ritrovata una maggioranza di 5 giudici che include oltre al presidente il conservatore Antonin Scalia e i liberal Ruth Bader Ginsburg, Stephen Breyer, Elena Kagan.

Fuori dalla sede della Corte Suprema i militanti per i diritti gay hanno reagito alle sentenze con espressioni di giubilo.

Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama Obama ha chiamato l'avvocato per i diritti dei gay Chad Griffin, per congratularsi in merito alla decisione della Corte Suprema. La Casa Bianca ha confermato che Obama ha telefonato mentre si trovava sull'aereo Air Force One, in volo per l'Africa.

«Quanto tutti gli americani vengano trattati come eguali, non importa chi sono o chi amino, allora tutti noi siamo più' liberi». È questo il primo commento alla notizia del presidente Obama. «Quella legge era discriminatoria - continua -trattava le coppie gay e lesbiche come cittadini diversi di serie b. La sentenza rappresenta un vittoria per le coppie che a lungo hanno lottato per un trattamento paritario di legge, per i bambini i cui genitori ora sono riconosciuti come legittimi, per le famiglie che avranno da oggi in poi il rispetto e la protezione che meritano».

Su twetter sempre il presidente americano ha scritto: «L'amore è amore».

«Venerdì prossimo sarà il 28 giugno, il 44° anniversario della rivolta dello Stonewall che diede inizio all'era moderna dei diritti civili delle persone lgbt. Ed è proprio a qualche giorno dalla giornata mondiale dell'orgoglio omosessuale che la Corte Suprema Usa riscrive la storia della famiglia, delle famiglie, del suo modo di concepirla, del diritto che le sancisce». Con la sentenza della Corte «si dice chiaro e forte che il matrimonio non è solo quello tra un uomo e una donna, ma anche quello fra uomo-uomo e donna-donna». Lo afferma Franco Grillini, presidente di Gaynet Italia, che chiede: «Ora matrimonio egualitario anche qui da noi».

«In sostanza - scrive Grillini in una nota - i giudici americani hanno stabilito l'incostituzionalità della norma, in quanto viola il quinto emendamento sulla difesa delle libertà individuali».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni