cerca

A Doha accordo per immediato aiuto ai ribelli

DOHA I ministri degli Esteri dei 11 Paesi 'Amicì della Siria hanno concordato sulla necessità di «fornire con urgenza, ogni Paese a modo suo, tutto il materiale e l'equipaggiamento necessario all'opp...

DOHA I ministri degli Esteri dei 11 Paesi 'Amicì della Siria hanno concordato sulla necessità di «fornire con urgenza, ogni Paese a modo suo, tutto il materiale e l'equipaggiamento necessario all'opposizione sul terreno per consentire così di contrastare i brutali attacchi da parte del regime e dei suoi alleati e di proteggere il popolo siriano». È quanto si legge in un comunicato congiunto della riunione a Doha dei Paesi 'Amicì. Il gruppo ha anche condannato l«'intervento dei miliziani sciiti di Hezbollah e dei combattenti di Iran e Iraq» nel conflitto siriano.«Abbiamo concordato sull'importanza di raggiungere un equilibrio militare sul terreno e di fornire all'opposizione quanto necessario per questo obiettivo», ha detto il premier e ministro degli Esteri del Qatar, Sheikh Hamad bin Jassim al-Thani, citato dall'agenzia di stampa Dpa. «Se invieremo armi, verranno consegnate al posto giusto», ha aggiunto, con un chiaro riferimento ai timori che gli armamenti finiscano nelle mani «sbagliate».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni