cerca

Soldato accoltellato in Francia: arrestato radicale islamico

Ha 22 anni ed è stato fermato a Verriere, periferia di Parigi. Avrebbe confessato. Vicino all’Islam tradizionalista, ma non risulta jihadista

Soldato accoltellato in Francia: arrestato radicale islamico

ARRESTOFRANCIA-C_WEB

La polizia francese ha arrestato un ragazzo di 22 anni a Verriere, alla periferia di Parigi, per l’accoltellamento del soldato francese avvenuto sabato mentre era di pattuglia nel quartiere della Defense della capitale. Lo rende noto il ministero dell’Interno francese.

Il militare era stato attaccato alle spalle e ferito alla gola mentre era insieme ad altri colleghi vicino a un centro commerciale molto affollato. L’episodio di sabato è giunto poco dopo l’omicidio del soldato britannico Lee Rigby a Woolwich, alla periferia di Londra. Al momento non ci sono però conferme di un collegamento fra i due attacchi e il ministero francese non ha delineato alcun legame fra l’aggressione e l’Islam. Secondo fonti citate dall’agenzia France Presse, si tratterebbe di un giovane noto alla polizia per piccoli reati e vicino all’«Islam tradizionalista», ma non sarebbe un esponente della jihad.

Il sospetto è stato identificato con il solo nome di battesimo, Alexandre, ed è stato arrestato a casa di un amico non coinvolto nell'aggressione. Il sospetto, disoccupato e senza casa, può essere trattenuto senza accuse dalle autorità per un massimo di 96 ore, come stabiliscono le leggi francesi anti-terrorismo. «Il sospetto ha implicitamente confessato le sue azioni alla polizia quando, mentre veniva arrestato, ha detto "so perché siete quì", ha detto il procuratore parigino Molins in conferenza stampa a Parigi. «Visto l'attacco di Londra, sabato abbiamo subito preso in considerazione l'ipotesi di un atto terroristico», ha aggiunto il procuratore. Il soldato aggredito si sta riprendendo dalle ferite ed è già stato dimesso dall'ospedale.«Ho già detto in precedenza che ci sono decine se non centinaia di Merah nel nostro Paese», ha dichiarato al network iTele il ministro dell'Interno francese Manuel Valls, facendo riferimento agli attacchi di Tolosa dell'anno scorso, in cui l'estremista islamico Mohamed Merah uccise tre bimbi ebrei e un rabbino presso una scuola ebraica.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni