cerca

Cinque giorni di rivolte Giunti i rinforzi

Sono arrivati rinforzi dai dipartimenti di polizia di Gothenburg e Malmo a Stoccolma dove da cinque notti si registrano rivolte nei quartieri periferici della capitale. «Sono addestrati per le...

Sono arrivati rinforzi dai dipartimenti di polizia di Gothenburg e Malmo a Stoccolma dove da cinque notti si registrano rivolte nei quartieri periferici della capitale. «Sono addestrati per le operazioni di polizia che sono in corso a Stoccolma», ha detto un portavoce della polizia svedese riguardo ai reparti in arrivo dalla città che negli anni scorsi hanno dovuto affrontare simili rivolte. La rivolta è iniziata domenica scorsa nel quartiere nord occidentale di Husby, un'area povera e depressa abitata in maggioranza da immigrati. Ad innescare le proteste la morte, avvenuta la settimana prima, di un uomo ucciso dai poliziotti dopo che aveva minacciato di colpirli con un machete. Le proteste poi si sono diffuse in altri quartieri con gruppi di giovani che lanciano pietre contro gli agenti e i vigili del fuoco che devono intervenire per domare incendi. Molte macchine ed alcune scuole sono state date alle fiamme. L'80% dei 12.000 abitanti di Husby sono immigrati, provenienti in maggioranza dalla Turchia, da Paesi medio orientali e dalla Somalia.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500