cerca

Arrestati i proprietari del palazzo crollato in Bangladesh

È salito a 324 il numero delle vittime. Due persone salvate dai soccorritori

Arrestati i proprietari del palazzo crollato in Bangladesh

BAMGLA-C_WEB

Sono saliti ad almeno 324 i morti trovati sotto le macerie dell'edificio di otto piani crollato mercoledì alla periferia di Dacca, in Bangladesh. Lo riferiscono le autorità locali, aggiungendo che i soccorritori hanno salvato altre sette persone. Intanto la polizia ha arrestato due dei proprietari delle fabbriche di indumenti che erano ospitate nell'edificio crollato. A riferirlo è stato il sottosegretario indiano all'Interno, Shamsul Haque Tuku. Si tratta di Bazlus Samad, direttore generale di New Wave Apparels e Mahmudur Rahman Tapash, presidente della società. La polizia ha inoltre fermato per interrogatori la moglie di Mohammed Sohel Rana, proprietario del palazzo crollato, e sta cercando lo stesso Rana, che non è stato più visto dopo il crollo. In Bangladesh la polizia arresta spesso i familiari di persone ricercate per spingerle a consegnarsi. In manette sono finiti i proprietari di due delle cinque fabbriche ospitate nel palazzo di otto piani di Dacca, in Bangladesh, crollato durante i lavori di costruzione del nono piano causando 324 morti. Si tratta del titolare di New Wave Buttons e New Wave Style e del direttore amministrativo di una di queste fabbriche, che si sono consegnati alla polizia. Il premier del Bangladesh, Sheikh Hasina, aveva invitato i proprietari delle fabbriche ad assumersi le proprie responsabilità, dopo che si era appreso che almeno uno di loro aveva obbligato gli operai a tornare al lavoro nonostante le crepe visibili nei muri e il parere contrario di un ingegnere. Intanto i soccorritori sono al lavoro per tentare di salvare le centinaia di persone rimaste intrappolate sotto le macerie. Altre due persone sono state tratte in salvo ben 70 ore dopo il crollo.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni