cerca

Decine di arresti dopo gli scontri al Cairo

Sono oltre 100 i feriti della contrapposizione tra i Fratelli Musulmani che contestavano la magistratura e i sostenitori dell’opposizione laica

Decine di arresti dopo gli scontri al Cairo

EGITTO-C_WEB

Giro di vite delle autorità egiziane dopo i violenti scontri che si sono verificati ieri al Cairo. Decine di persone sono state arrestate dalla polizia. Islamisti e sostenitori dell'opposizione secolare ieri avevano ancora una volta messo il centro della capitale egiziana a soqquadro. Secondo fonti giudiziarie, in manette sono finiti almeno 39 sospetti, in gran parte già sottoposti a interrogatorio. Il numero dei feriti a causa dei disordini è nel frattempo salito almeno a 105. Da ambo le parti si era fatto ampio ricorso alle armi da fuoco, che a un certo punto erano state dirette anche contro le forze dell'ordine in assetto anti-sommossa. All’origine dei tumulti, concentrati intorno alla cruciale piazza Tahrir, un raduno di seguaci dei Fratelli Musulmani che reclamavano la destituzione dei magistrati da essi ritenuti ostili al proprio movimento e allo stesso presidente Mohamed Morsi, che vi fa capo.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni