cerca

Aviaria, sesta vittima in Cina

Si tratta di un agricoltore di 64 anni. Abbattuto pollame in un mercato. Sotto osservazione una persona che presenta strani sintomi di influenza

Aviaria, sesta vittima in Cina

VIARIA-C_WEB

Sesto decesso per il nuovo ceppo di influenza aviaria in Cina, e intanto - mentre il governo di Pechino si dice pronto a mobilitare risorse a livello nazionale per bloccare l'epidemia- Giappone e Hong Kong hanno elevato il livello di guardia, e gli Usa annunciano di aver iniziato a lavorare al vaccino (che però richiederà almeno 6 mesi per la commercializzazione). L'ultima vittima è un agricoltore di 64 anni morto a Huzhou, nella provincia dello Zhejiang, la seconda persona a morire nella provincia a causa del contagio da H7N9. I casi confermati di contagio, comprese le vittime, in tutta la Cina a questo punto sono 14. Le autorità di Shanghai - che hanno ordinato l'abbattimento del pollame in un mercato dove era stato individuato il virus- stanno anche tenendo sotto controllo una persona che è stata a stretto contatto con una delle vittime e che mostra sintomi di tipo influenzale. I primi due decessi del ceppo, che non si era mai visto tra gli esseri umani, si sono verificati nel mese di febbraio, ma sono stati annunciati solo a fine marzo perchè -hanno spiegato le autorità cinesi- c'è voluto del tempo per determinare la causa della malattia. Secondo l'organizzazione mondiale della sanità, il tipo di animale che è fonte del contagio non è stato individuato nè è chiara la modalità del contagio. Finora non si sono verificati casi di trasmissione da uomo a uomo.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni