cerca

Sei morti negli scontri in Centroafrica

Michel Djotodia, capo dei ribeli della coalizione Seleka, si e' autoproclamato presidente

Sei morti negli scontri in Centroafrica

SPER_WEB

BANGUI Una giovane repubblica che non trova pace, qiella del Centroafrica. Sarebbe di sei morti il bilancio degli scontri nelle ultime ore. Michel Djotodia, capo dei ribeli della coalizione Seleka, si e' autoproclamato presidente della Repubblica Centrafricana, poche ore dopo la conquista della capitale Bangui e la fuga all'estero del presidente Francois Bozize'. In una conferenza stampa svoltasi in un hotel di lusso, Djotodia ha anche annunciato l'imposizione del coprifuoco su tutto il territorio nazionale e la conferma come primo ministro di Nicolas Tiangaye, insediato con gli accordi di pace firmati il 17 gennaio scorso. Djotodia, un oscuro ex funzionario del ministero degli Esteri, e' molto apprezzato dai ribelli ma e' praticamente uno sconosciuto per la popolazione. (AGI) Sar (Segue)

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni