cerca

Strage nella discoteca in fiamme: 16 sotto inchiesta

A causa di un incendio a Santa Maria in Brasile morirono a gennaio 241 persone. Tra gli accusati per omessi controlli anche il sindaco e il capo dei vigili del fuoco

Sedici persone saranno incriminate in relazione all'incendio avvenuto lo scorso 27 gennaio nel locale notturno Kiss nella città brasiliana di Santa Maria, in cui morirono 241 persone. L'ispettore della polizia Marcelo Arigony ha fatto sapere che tra i presunti responsabili della tragedia ci sono anche il sindaco e il capo dei vigili del fuoco di Santa Maria, dato che le autorità avevano trascurato controlli di sicurezza nella discoteca. Membri del gruppo che si esibiva quella sera nel club, ha riferito Arigony, avevano fatto uno spettacolo pirotecnico durante il quale aveva preso fuoco il materiale fonoassorbente sul soffitto. Le persone che si trovavano all'interno, ha spiegato l'ispettore, sono morte per intossicazione da cianuro, monossido di carbonio e biossido di carbonio.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni