cerca

L'ALFABETO

Piazza di Siena, ecco il concorso dalla A alla Z

Dagli Azzurri alle Zero penalità passando per Carosello e Squadre. Lettera dopo lettera la guida completa ai segreti e alle curiosità della kermesse

Piazza di Siena, ecco il concorso dalla A alla Z

Piazza di Siena in pillole. Tutto quello che c'è da sapere dalla A alla Z sull'evento ippico in programma a Villa Borghese dal 24 al 28 maggio.
A come Azzurri - Alla ricerca della vittoria in Coppa delle nazioni che manca dal 1985. In quella occasione conquistarono la Coppa Graziano Mancinelli (Zanghera), Giorgio Nuti (Silvano), Bruno Scolari (Jovau d'Or A), Emilio Puricelli (Impedoumi).

B come Arnaldo Bologni - L'ultimo cavaliere italiano a vincere il Gran Premio Roma: 1994 con May Day

C come Carosello del 4° reggimento dei Carabinieri a cavallo - Spettacolare finale a chiusura del concorso ippico di Roma. Poi il carosello dei Lancieri di Montebello e dei ragazzi di Villa Buon Respiro

D come i fratelli Piero e Raimondo D'Inzeo - Leggende dell'equitazione italiana e mondiale. Raimondo quattro volte vincitore del Gran Premio Roma. Complessivamente a Roma 54 successi.

E come Evento - Il concorso di Roma Piazza di Siena è un evento inserito da sempre nella divisione 1 della FEI Nations Cup, la Serie A di questo circuito mondiale di salto ostacolo di cui fanno parte solo otto CSIO.

F come Flambeau C - È il cavallo (francese) che ha vinto più di ogni altro al CSIO di Piazza di Siena. Tre volte sul gradino più alto del podio e sempre con il cavaliere Frederic Cottier. Flambeau C ha collezionato una serie infinita di successi tra i quali un campionato del mondo a squadre e ha preso parte a due olimpiadi, vincendo un bronzo nell’88 a Seul.

G come Gran Premio Roma - La più prestigiosa gara a livello individuale del CSIO di Piazza di Siena. La prima edizione nel 1926 vinta dal polacco Adam Krolikiewicz con Picador. Primo italiano ad aggiudicarsi la gara Fernando Filipponi con Nasello nel 1935

H come HH Azur - Vincitore del Gran Premio Roma nel 2016. Montato dallo statunitense McLain Ward, la bellissima cavalla lo scorso anno ha centrato il bis vincendo anche il Piccolo Gran Premio Roma.

I come Ingresso gratuito - Anche quest'anno per assistere a tutte le gare del concorso ippico. È la politica confermata quest'anno nata, tra le tante altre iniziative, grazie alla partnership tra Fise e Coni che durerà otto anni.

L come Eric Lamaze - Il fenomenale cavaliere canadese oro all'Olimpiade a Pechino nel 2008 sarà a Roma, dove è uno degli ospiti piu'attesi.

M come Graziano Mancinelli - Altra leggenda dell'equitazione italiana e mondiale. A Piazza di Siena una vittoria nel Gran Premio Roma nel ’72 con Ambassador e 13 volte la Coppa delle Nazioni (1 a Torino).

N come la Nazione che ha ottenuto il maggior numero di vittorie del CSIO romano - È l'Italia con 27 vittorie. La prima nel 1926. Dietro l'Italia la Francia con 19 successi, Gran Bretagna a quota 12 (l'ultima nel 2016), Germania con 11.

O come Otto - Le nazioni al via nella Coppa delle Nazioni in questa edizione: Canada, Francia, Irlanda, Olanda, Spagna, Svezia, Svizzera e Italia.

P come Prima edizione - Della coppa delle nazioni a Roma disputata nel 1926. Se la aggiudicò l'Italia con Tommaso Lequio di Assaba (Trebecco), Alessandro Bettoni Cazzago (Scoiattolo) e Giorgio Pacini (Zanghera)

Q come Quartetto dei sogni - È quello francese che si presenta all'appuntamento romano con i quattro atleti che hanno conquistato la medaglia d'oro a Rio 2016. Roger Yves Bost, Penelope Leprevost, Philippe Rozier e Kevin Staut.

R come Ranking Mondiale - A Piazza di Siena saranno in campo i migliori cavalieri del mondo

S come Squadra - Che partecipa alla Coppa delle Nazioni. Composta da quattro cavalieri e una riserva. L'Italia sarà rappresentata da Emilio Bicocchi, Piergiorgio Bucci, Bruno Chimirri, Lorenzo De Luca e Alberto Zorzi. Riserva Luca Marziani. Il ct Roberto Arioldi dovrà ora scegliere i quattro titolari da schierare in Coppa

T come Torino - L’unica città italiana a ospitare il CSIO in Italia oltre a Roma. È accaduto nel 1960. A Roma si disputarono le gare dell'Olimpiade, nel capoluogo piemontese fu allora trasferito il CSIO

U come Uliano Vezzani - Chef de piste di levatura mondiale. Uliano è considerato tra i migliori al mondo per la realizzazione di percorsi gara. È nella terna dei candidati per disegnare i percorsi dell'Olimpiade di Tokio 2020

V come Villaggio - A piazza di Siena ce ne saranno due: quello degli sponsor e quello commerciale. Saranno animatissimi entrambi durante tutta la durata del concorso come anche i confortevoli punti di food e beverage.

Z come Zero penalità - Quando un binomio chiude un percorso non abbattendo nessun ostacolo e chiudendo la sua prova entro il tempo massimo fissato dalla giuria.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello

Opinioni