SACCHETTOPOLI

Scoppia la guerra alle buste a pagamento tra fake news e trucchi anti-tassa

Damiana Verucci

Gliitaliani, si sa, in questo sono maestri. E da sempre hanno adottato il detto: «Fatta la legge, trovato l’inganno». Un principio «italico» (ma non solo) applicato anche in seguito all’entrata in vigore della norma approvata lo scorso 3 agosto, in un emendamento all’interno del Dl Mezzogiorno, sui sacchetti di plastica biodegradabili a pagamento.

La legge recepisce una normativa Ue sull’utilizzo di imballaggi di plastica e ilsuo obiettivo è incentivare il riciclaggio di materiali inquinanti. Per evitare di pagare i 3 centesimi che in media vengono chiesti alla cassa dei supermercati, i nostri connazionali negli ultimi quattro giorni hanno provato di tutto: si sono portati da casa reti e borse, hanno applicato l’etichetta adesiva con il prezzo direttamente sul prodotto...

SE VUOI CONTINUARE A LEGGERE CLICCA QUI

This page might use cookies if your analytics vendor requires them.