Novità in legge di bilancio

Manovra, bonus ai nipoti che curano i nonni

Filippo Caleri

Circa 60 milioni di euro nei prossimi tre anni per i "caregiver"

I soldi per l'assistenza sanitaria sono sempre meno. Ma la popolazione continua a invecchiare. Così per aiutare le famiglie ad accudire i genitori più anziani arrivano i fondi nella Manovra di Bilancio.

Sono circa 60 milioni di euro nei prossimi tre anni a disposizione dei cosiddetti «caregiver» e cioè le persone che fanno da badante a un parente non autosufficiente. Un'innovazione della quale ora si iniziano a definire meglio i contorni. Così ad esempio tra i caregiver, che in ossequio alla lingua di Dante sono diventati prestatori volontari di cura, sono rientrati non solo i figli che assistono i genitori ma anche i nipoti che si prendono cura dei loro nonni. Insomma una sorta di bonus ai nipoti che si dedicano ai più anziani della famiglia. Una scelta di umanità sicuramente ma anche un'idea di welfare che trasferisce risorse all'interno delle famiglie.

Il nonno dopo avere dedicato una vita a figli e nipoti, diventa anche una forma di sostegno del reddito familiare. Dunque ancora una volta «viva i nonni». Sempre.

This page might use cookies if your analytics vendor requires them.