cerca

TV E SCADENZE

Canone Rai, ultimi giorni per mettersi in regola

Entro martedì deve pagare l'abbonamento annuale chi non ha l'addebito in bolletta ma possiede una televisione, utilizzando in questo caso il modello F24

Canone Rai, ultimi giorni per mettersi in regola

Ultime ore per inviare la dichiarazione di non possesso per non pagare il canone Rai per il 2017. Scade infatti il 31 gennaio il termine per la comunicazione. Entro martedì, inoltre deve l'abbonamento annuale chi non ha l'addebito in bolletta ma possiede una tv, utilizzando in questo caso il modello F24.
 
I termini per l'esenzione
Chi ha diritto a non pagare il canone,  che quest'anno è stato ridotto a 90 euro, deve inviare il modello scaricabile dal sito dell'Agenzia delle entrate, per posta raccomandata o per via telematica. E' tenuto a presentare la dichiarazione anche chi lo ha fatto nel 2016  perché, per scoraggiare l'evasione, la dichiarazione  ha validità annuale. Quindi chi  ha l'utenza attiva ma non ha acquistato apparecchi  deve  comunicare, anno per anno, di essere esente dal canone.
 
La richiesta di rimborso
Chi presenta la dichiarazione entro il 31 gennaio  si vedrà addebitare comunque la prima rata di canone sulla prossima bolletta, perché l'addebito scatta in automatico se la dichiarazione non si invia entro il 31 dicembre dell'anno precedente.  Si ha però diritto al rimborso, che va richiesto utilizzando il modello standard  predisposto dall'Agenzia.  La stessa richiesta può essere presentata in tutti i casi di disguido, ad esempio perché il canone è stato addebitato su due utenze intestate a soggetti presenti sullo stesso stato di famiglia,  dato che è dovuto un solo canone per ciascun nucleo familiare, oppure quando il canone è stato addebitato sia sull'utenza della prima casa che su quella della seconda casa. Per la richiesta di rimborso non c'è scadenza.  Dopo la verifica dell'Agenzia delle entrate l'importo non dovuto viene riaccreditato in automatico sulla bolletta.
 
Se si salta la scadenza del 31 gennaio
Chi  salta la scadenza di gennaio ma non ha la tv, potrà comunque inviare la dichiarazione  fino al 30 giugno: in questo caso dovrà pagare i primi sei mesi ma potrà essere esonerato nel secondo semestre.  La dichiarazione inviata dal 1° luglio in poi  eviterà di pagare il canone solo dal  2018.  Quando invece si attiva una nuova utenza elettrica nel corso dell'anno ha tempo fino al mese successivo  per comunicare di non avere la tv, ed evitare quindi l'addebito fin dalla prima bolletta.
 
Il pagamento con F24
Scadenza fissata sempre al 31 gennaio, infine per chi possiede la tv ma non ha le  utenze intestate. Si tratta ad esempio degli inquilini in affitto, dei figli che vivono in un alloggio con le utenze intestate ai genitori, del portiere che utilizza l'alloggio condominiale.  Il canone dovrà essere versato utilizzando il modello F24. Quest'obbligo riguarda anche  anche  per chi  vive nelle isole non allacciate alla rete elettrica nazionale.  L'importo dovuto può essere versato in un'unica soluzione entro fine mese, oppure a rate. Si possono scegliere due rate semestrali di 45,94 euro ciascuna, da versare entro il 31 gennaio e il 31 luglio, oppure  quattro rate trimestrali di 23,93 euro ciascuna,  da versare entro il 31 gennaio, il 30 aprile, il 31 luglio e il 31 ottobre.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Jennifer Lopez bella e sensuale ai Billboard Latin Music Awards

Incidente in fabbrica, migliaia di litri di succo di frutta nelle strade
Agguato nella bisca del domino, lo colpiscono con un'ascia ma rimane illeso. Poi la rissa
Belen, show nuda nella vasca. E il web impazzisce