cerca

LA TASSA SULLA TV

Arriva l'incasso del canone Rai: allo Stato 2 miliardi di euro

Arriva l'incasso del canone Rai: allo Stato 2 miliardi di euro

La cifra non è ancora ufficiale, ma il governo esulta. L'operazione canone Rai in bolletta è andata meglio del previsto e porterà nelle casse dello Stato 2 miliardi di euro. Ad ufficializzarla è il sottosegretario allo Sviluppo Economico con delega alle Comunicazioni, Antonello Giacomelli, che aggiunge: "I dati richiesti ad Agenzia delle Entrate ed Enel, prosegue, confermano che l'evasione si è nettamente ridotta, anche perché il canone tv è stato abbassato ed è stato fatto pagare, finalmente, a tutti".

"Stiamo monitorando l'operazione che riguarda circa 22 milioni di famiglie italiane - prosegue Giacomelli -: Enel, il maggior operatore del mercato, ci ha comunicato una morosità sulle bollette di luglio e agosto nell'ordine del 5 per cento, quindi fisiologica. L'Agenzia delle Entrate stima a regime una morosità, nella peggiore delle ipotesi, ampiamente al di sotto del 10 per cento che porterebbe l'incasso finale del canone 2016 sopra i 2 miliardi. Un risultato superiore alle migliori previsioni. Il monitoraggio è complesso perché il dato è dinamico. Nello stesso mese affluiscono i pagamenti di bollette emesse con scadenze diverse, quindi il dato definitivo lo si avrà solo a gennaio".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Commenti

  • mauro

    mattetti

    09:09, 27 Novembre 2016

    "STIAMO FACENDO PAGARE IL CANONE FINALMENTE A TUTTI"...

    Si, va bene, ma i programmi? Come mai dobbiamo ancora sopportare tanti programmi inutili, insignificanti, impreparati, imprecisi, con personale inidoneo, preso dalle raccomandazione partitiche, incapace perfino di spiccicare parola o esprimersi a dovere, che pretenderebbe avere credito solamente perche' puo' mettere in mostra, cio' che viene bramato in altri posti, come sexy, parolacce, urlacci e quant'altro di maleducato, esista? Nell'estate scorsa ed anche in quelle precedenti, abbiamo ammirato, per esempio, prima del tv serale, sul canale di RAIUNO, una trasmissione (TECHETECHETE), che attraverso scenette, musiche, battute ecc., ripercorreva gli anni andati, al posto della trasmissione piu' amorale e diseducativa, che possa mai essere stata inventata: AFFARI VOSTRI! D'estate, stavamo bene! Molto bene! E secondo me, techetechete, costava anche meno! Finita pero', la stagione estiva, ecco riapparire lo sconcio, con quelle regalie da pazzi, che vengono elargite, a chi ha la fortuna (raccomandati?) di esservi ammesso. Ma cosa potra' mai insegnare quella specie di televisione, che sembra tirata fuori da una sala giochi, in cui le persone frequentatrici, sperano di.....vincere (sic!). La TV pubblica, dovrebbe essere un'altra, quella cioe', disponibile, ad insegnare ed educare chi sta dall'altro capo dell'apparecchio, a vivere piu' piacevolmente, serenamente ed anche sinceramente informato. Con la maggior parte delle persone oggi impiegate in Rai, non ci si potra' mai riuscire...

    Rispondi

    Report

  • mario

    rossi

    06:06, 27 Novembre 2016

    Si, 2 miliardi dal canone RAI.

    Poi ne servono 4 di miliardi per sistemare tutti quei "migranti fasulli" che arrivano da tutte le parti e che non se ne andranno mai piu`. Almeno finche`dura questo governo, con Renzi, Alfano e la Boldrini. Vota NO al referendum, poi si vedra`con questa gentaglia.

    Rispondi

    Report