cerca

Renzi riapre le porte a imprese e sindacati

Stop agli aumenti IVA, estensione delle detrazioni per le ristrutturazioni e le riqualificazioni energetiche per tutto il 2017 e l’arrivo di una nuova imposta – l’Iri – che permetterà anche a...

Renzi riapre le porte a imprese e sindacati

PD: RENZI, DA 'BIG BANG' ROTTAMATORI IDEE NON DIVISIONE

Stop agli aumenti IVA, estensione delle detrazioni per le ristrutturazioni e le riqualificazioni energetiche per tutto il 2017 e l’arrivo di una nuova imposta – l’Iri – che permetterà anche a imprese individuali e professionisti di godere di una tassazione leggera (al 24%) per i redditi lasciati in azienda. Sono questi gli interventi «a misura di impresa» che arriveranno nella prossima legge di bilancio. A prometterli è lo stesso Governo Renzi che, con il referendum alle porte, abbandona le velleità di rottamazione e riscopre il piacere della concertazione nella famosa «Sala Verde» di palazzo Chigi. Dove ieri ha incontrato, con il sottosegretario Tommaso Nannicini e il viceministro dell’Economia Luigi Casero, una delegazione di Rete Imprese Italia (che unisce Casartigiani, Cna, Confartigianato, Confcommercio e Confesercenti). «Una discussione positiva e costruttiva», come l’ha definita Daniele Vaccarino, Presidente di Rete. «Ci sono state fornite esplicite rassicurazioni sul fatto che nella prossima legge di Bilancio saranno accolte le nostre proposte più importanti». In primis, come accennato, la sterilizzazione delle clausole di salvaguardia, la riconferma dei vari eco-bonus e l’apertura della nuova IRI anche ad imprese individuali e liberi professionisti, che potranno beneficiare, già dal prossimo anno, di una tassazione agevolata in parallelo a quanto previsto per le società di capitali. Tutti interventi che commercianti e artigiani attendevano da tempo, così come la promessa di un fisco più umano. Che, puntualmente, è arrivata: «Sempre dal 2017 – spiega Vaccarino - verranno tassati solo i redditi effettivamente incassati dalle imprese in contabilità semplificata. Un beneficio che riguarderà circa l’87 % delle imprese personali. Il Governo ha assunto anche l’ impegno di rivedere le norme sugli studi di settore per trasformarli da strumento di accertamento a strumento di compliance, eliminando in questo modo, per i contribuenti ad alta affidabilità, la minaccia delle verifiche fiscali, attraverso un meccanismo premiale rafforzato».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello