cerca

Guider: «Banche

popolari vicine alle Pmi Ue»

Guider ha ribadito che «le Banche Cooperative non hanno affatto ridotto la loro offerta di credito alle Pmi». Ciò è dovuto «al loro peculiare modello di business che assicura alla controparte imprenditoriale partner responsabili ed affidabili, contribuendo in tal modo alla stabilità del mercato finanziario europeo ed al finanziamento delle economie locali». Affermazioni che hanno trovato piena conferma nell'intervento di Andrea Benassi, Segretario Generale dell'Ueapme, l'associazione che rappresenta oltre 12 milioni di Pmi nell'Ue: «nei paesi dove più alta è l'incidenza di banche popolari e cooperative si rilevano minori difficoltà nel reperimento del credito».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500