cerca

Cassa integrazione per 50mila addetti

Cassa integrazione per  50mila addetti

Uno stabilimento Fiat

Il mercato italiano dell'auto che, a novembre, ha registrato una flessione del 29,46%, e' investito dalla crisi che ha toccato a livello mondiale il settore. Domani a Torino e' previsto l'incontro, programmato da tempo, tra azienda e sindacati per discutere dell'integrativo ma, come sottolinea Giorgio Airaudo della Fiom torinese, "sara' inevitabile parlare di quanto sta avvenendo. E' un incontro che avviene a fabbriche chiuse e questo non e' un segnale positivo".
Ma, secondo Airaudo, "il vero epicentro della crisi e' l'indotto dell'auto, che a Torino per il 40-50% lavora per Fiat ma per il restante 50% per Peugeot, Renault, Bmw".
E l'indotto e' concentrato in gran parte nella provincia di Torino, per un totale di 75.000 addetti di aziende che, negli ultimi tre mesi, hanno registrato un calo del fatturato del 50%. "La chiusura di Mirafiori colpisce - ha detto ancora Airaudo - ma la vera situazione drammatica riguarda l'indotto".
 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello