cerca

Borse, crolli in tutta Europa. L'Fmi: è recessione globale

 A un'ora dall'inizio delle contrattazioni le Borse europee stanno registrando perdite che vanno dal -7% di Milano, al -8,6% di Francoforte, al -6,4% di Parigi al -5,6% di Londra. Vendite pesantissime sui bancari (Stoxx-8%), utility (-8,5%), assicurazioni (-8,1%), chimica (-7,1%) e servizi finanziari (-7%). Il settore meno sofferente è quello auto, che perde il 3,6%, insieme ai media (-4,2%) A Milano sul listino principale tutti i titoli sono in territorio negativo. Guidano i ribassi Unicredit (-12,6%), Intesa (-12%), Telecom (-9%), Enel (-8,8%), Fastweb (-8,5%), Eni (-8,2%) e Unipol (-7,5%). Migliori titoli Finmeccanica (-1,1%) e Parmalat (-1,8%).

Le dichiarazioni del direttore generale del Fmi, Dominique Strauss-Kahn, che ha paventato il rischio di «recessione globale» per l'economia mondiale ha contribuito al tracollo di Wall Street e delle borse asiatiche. Le borse europee stanno vivendo la quinta seduta al ribasso, la peggiore della settimana, in un clima di vero e proprio panico. A New York il Dow Jones ha perso oltre il 7% con gli investitori inquieti per la crisi del sistema bancario e per la crisi di liquidità che secondo s&p, rischiano di accusare nel 2009 colossi del calibro di Gm e Ford.

A Tokyo (nikkei -9,6%) l'attività delle borse è stata addirittura sospesa per quindi minuti per eccesso di ribasso. Non sono bastate quindi nè la mossa del governo nè l'azione concertata delle banche centrali mondiali per bloccare l'ondata di vendite sui mercati, che hanno interpretato gli ultimi provvedimenti più come segnali di panico che come rassicurazione. In europa precipitano i settori banche (-7,52%) e assicurazioni (-7,6%) con le materie prime in calo del 9,8%.

A Londra Schroder cade del 19,8%, Hbos del 18,6% e Barclays del 13,13%. A Piazza affari l'S&P/Mib è tutto in rosso con Unicredit che cede il 12,36% seguito da Intesa Sanpaolo (-11,07%) e Telecom Italia (-7,92%) che tratta a 0,76 euro. Fiat quota a 6,4 euro (-7,06%). La migliore è Parmalat (-2,13%) e Finmeccanica perde cede il 0,41% mentre Mariella Burani (+2,68%) è uno dei pochissimi titoli positivi. In Europa a Parigi Gdf Suez perde il 10,93% e Societe Generale il 10,54% mentre Dexia limita le perdite - 0,54%.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello