cerca

«La carta stampata non morirà mai, cambierà. Da quando ...

È stato un testimonial d'eccezione, Richard Parsons, il presidente del primo gruppo multimediale mondiale, Time Warner, ad accettare l'invito del presidente dell'Osservatorio Permanente Giovani - Editori Andrea Ceccherini per confrontarsi pubblicamente, a Firenze, con una delegazione di 270 studenti delle scuole secondarie superiori, in rappresentanza di quelli che in tutta Italia partecipano all'iniziativa «Il Quotidiano in Classe». «Per quello che riguarda il progetto Il Quotidiano in Classe - ha aggiunto Parsons - vi confesso è la seconda volta che vengo e accetto l'invito di Andrea Ceccherini, perché credo sia un'iniziativa molto importante che aiuta a leggere con occhio critico le cose che succedono nel mondo, in tempo reale. Negli Stati Uniti non abbiamo un progetto simile, con un numero così alto di studenti che vi partecipano». Ceccherini, dopo aver ringraziato Richard Parsons per aver condiviso la sfida dell'Osservatorio ha sottolineato il successo raggiunto dall'iniziativa.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Gracia De Torres e Daniele Sandri: il nostro matrimonio gipsy bohemian [VIDEO]

Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro
Choc a Roma: si lancia dal tetto, i poliziotti lo afferrano per le caviglie