cerca

Filippo Caleri f.caleri@iltempo.it Tim e Vodafone devono ...

È questo l'oggetto della diffida inviata dall'Agcom, l'Autorità di garanzia delle comunicazioni guidata da Corrado Calabrò, ai due operatori telefonici dopo l'ispezione partita per i ritocchi alle tariffe annunciati in agosto e che dovrebbero partire a breve.
Contestualmente l'Autorità avrebbe avviato nei confronti delle due compagnie due procedimenti sanzionatori per le modalità finora adottate: nei confronti di Tim il procedimento riguarda «l'inadeguatezza del preavviso nella modifica dell'autoricarica scattata il 6 agosto», mentre per quanto riguarda Vodafone «la scarsa trasparenza nelle condizioni economiche dell'offerta».
Una bacchettata che ha riscosso l'immediato plauso dei consumatori. «L'Antitrust dà ragione ai consumatori e al popolo del web - ha commentato Carlo Pileri, presidente dell'Adoc in una nota. Tim e Vodafone rischiano una multa da 58 mila a a 580 mila euro. Non poco. Ma un'inezia rispetto alla stima di Altrconsumo che prevede che saranno 5 milioni gli utenti di telefonia mobile che non accetteranno i nuovi piani tariffari di Tim e Vodafone e che intendono cambiare operatore, mantenendo il vecchio numero.
Vodafone Italia ha però annunciato di aver già provveduto nei giorni scorsi ad effettuare le modifiche richieste. Anche Telecom Italia ha precisato di aver già previsto ulteriori iniziative per soddisfare le richieste avanzate dall'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni in relazione alla manovra di rimodulazione tariffaria.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello