cerca

Terna mette sul piatto 3,1 miliardi

Lunedì il portavoce di Palazzo Chigi Silvio Sircana aveva detto che in questa situazione di crisi politica il governo non vuole procedere alle nomine dei vertici delle aziende quotate sotto il controllo pubblico (oltre a Terna, Eni, Enel e Finmeccanica). Per il resto, la società che gestisce la rete elettrica nazionale ha presentato alla comunità finanziaria il piano strategico aumentando di 400 milioni a 3,1 miliardi gli investimenti previsti tra il 2008 e il 2012 e aumentando al 4% la crescita minima annua dei dividendi (rispetto al 3% precedente).

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello

Opinioni