cerca

Filippo Caleri f.caleri@iltempo.it Tradizione rispettata in ...


Così solo in Europa sono in fumo oltre 160 miliardi di euro di capitalizzazione, con perdite dell'1,94% per l'indice paneuropeo Dj Stoxx 600.
La giornata nervosa dei mercati borsistici era iniziata nel mattino con Tokyo, rientrata con un calo del 4,03% alla prima seduta del 2008 dopo i festeggiamenti per l'anno nuovo, a nuovi minimi da 17 mesi e sotto anche l'importante soglia psicologica dei 15 mila punti, in un mix di fattori in cui ha pesato ancora una volta anche il «mini-dollaro», mentre la difficile congiuntura internazionale non aiuta a rassicurare i mercati.
Le altre piazze finanziarie asiatiche erano parse un pò più fiduciose (+2,35% Hong Kong) e anche l'Europa nel mattino aveva tentato di lasciarsi alle spalle i timori per il record visto in sul petrolio, giunto oltre i 100 dollari al barile.
I listini del Vecchio Continente si sono però portati rapidamente in calo nel primo pomeriggio con il dato deludente sulla disoccupazione americana, per poi peggiorare quando anche Wall Street è partita in negativo. La disoccupazione è risultata negli Stati Uniti pari al 5% a dicembre al di sopra delle attese che puntavano su un tasso del 4,8%.
Decisamente deludente anche il dato dei 18 mila posti di lavoro creati, rispetto alle stime degli economisti che si attendevano 70mila nuovi occupati. Il timore, dopo la crisi immobiliare e creditizia, è che l'occupazione abbia un contraccolpo negativo sui consumi. Tutte le piazze hanno chiuso in negativo. Londra ha lasciato sul terreno il -2,02%, Parigi l'1,79%. Male anche Milano con un -1,61%, Madrid (-1,71%) e Zurigo.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello

Opinioni